Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: il blog di esternazioni liberatorie

Accessibilità per i visitatori: sola lettura, ma potrete presto chiedere la registrazione ed esprimere i vostri pareri.

Categorie

 

Polizia. Quando la divisa ha il Fiocco Rosa



Vota Questo Articolo

Fonte: askanews.it

Fonte: askanews.it

Oggi il Nucleo Operativo Centrale di Sicurezza, conosciuto come Nocs, un gruppo speciale della Polizia di Stato dedicato alle operazioni ad alto rischio si tinge di rosa.

La prima donna infatti ha finalmente superato le durissime prove psicoattitudinali ed è divenuta agente operativo a tutti gli effetti tra le file dei Nocs, appunto.

 

 

Dalla fine degli anni 70, quando l’allora presidente Francesco Cossiga approvò la loro nascita con lo scopo di affrontare il terrore degli anni di piombo, nessuna donna era mai riuscita ad entrare in questo stretto cerchio di agenti.

In effetti i requisiti richiesti anche in termini fisici sono ben oltre le possibilità della maggior parte delle donne per quanto allenate possano essere. Basti pensare che la divisa ha un peso minimo di 20 chili, poiché composta da armi, casco e protezioni balistiche.

 

 

 

 

Polizia. Un Cambiamento Epocale

 

 

 

 

I nocs sono sempre stato un gruppo proibitivo per le donne proprio per le attitudini fisiche richieste che mal di sposano con il fisico femminile. Per questo negli anni, molte donne hanno tentato l’ingresso nei nocs, ma non sono mai riuscite a superare tutte le prove, spesso non accedendo neanche all’ultima parte delle prove fisiche.

 

 

Per lei invece è stato diverso. Forse anche grazie a tutto quello sport praticato fin da bambina, grazie all’aiuto di suo padre, come lei stessa confida durante una delle tante interviste rilasciate negli ultimi giorni. Tutte rigorosamente anonime.

 

 

Di lei non si sa molto, come è evidente. Sappiamo che ha 30 anni e un fidanzato e che da piccola il suo sogno era quello di entrare nel mondo della moda. Ben lontana quindi dall’universo con la divisa.

Per 10 anni è stata membro delle fiamme d’oro.

Oggi invece riveste un ruolo importante, non solo da un punto di vista strettamente professionale, ma anche dal punto di vista sociale, avendo di fatto sdoganato una serie di pregiudizi esistenti da sempre circa le donne in divisa.

Nessuno dei suoi familiari sa esattamente che tipo di lavoro svolge. Nulla di strano. I nocs eseguono lavori delicati e ad alto rischio, il loro anonimato è prerogativa professionale e necessità di servizio.

 

 

 

 

 

Fonte: iodonna / adnkronos / secoloditalia

 

 

 

 

 

Valentina Stipa

 

 

 

 

 

 

Pinterest

Leave a Reply