Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Polizia Stradale; Omicidio stradale, una priorità



Polizia Stradale; Omicidio stradale, una priorità
5 (100%) 1 Vota Questo Articolo

 

Fonte: lastampa.it

Fonte: lastampa.it

Nel 2014 sono morte sulle strade 25.700 persone, una media di 70 al giorno, con una diminuzione dell’uno per cento rispetto al 2013, 5.700 casi in meno rispetto al 2010.

È sulla base di questi dati che la polizia stradale ha organizzato un convegno  a Roma, presso la scuola di polizia, al quale hanno partecipato anche il ministro dell’Interno Angelino Alfano e, il capo della Polizia Alessandro Pansa.

 

Un Convegno dal titolo “l’omicidio stradale. L’auto come arma”. Emblematico nelle parole e nel contenuto e corretta premessa all’incontro che aveva lo scopo di  approfondire la tematica a livello normativo, anche in vista del prossimo 18 aprile, quando dovrà essere presentato un testo unico in merito all’introduzione di questo reato in parlamento.

 

Un’accelerata  quella degli ultimi giorni legata alle dichiarazioni del ministro Alfano, dopo l’ennesima tragedia, che ha gridato con forza la sua volontà di portare in consiglio dei ministri la legge contro l’omicidio stradale.

Forse non ci si era accorti che la polizia stradale da anni lancia lo stesso grido. Inutilmente. “Rimango diffidente sui balletti di questi giorni e gli schieramenti dei vari politici e pseudo tecnici  a favore dell’Omicidio stradale finché non vedrò scritta la legge sulla G.U.”. Questo il commento affidato alle pagine del Corriere della Sera da Giordano Biserni, presidente ASAPS.

 

 

 

Polizia di Stato. Sciolta La Riserva Sugli Straordinari

 

 

 

E sempre il ministro Alfano ha compiuto un altro importante passo verso il miglioramento delle condizioni contrattuali dei poliziotti. Ha infatti sciolto la riserva al pagamento del compenso straordinario per donne ed uomini della Polizia di Stato.

 

“Le legittime richieste del personale sono state riconosciute grazie ad una nostra dura presa di posizione che è rimbalzata sui massimi tavoli istituzionali, inducendo il Ministro dell’Interno a sciogliere la riserva e avviare l’iter del pagamento delle spettanze alla prima mensilità utile” ha spiegato Giorgio Innocenzi Segretario Generale Nazionale della Consap .

 

È bene ricordare che grazie a questa riserva, dallo scorso gennaio gli agenti della polizia non hanno ricevuto alcun compenso per il lavoro straordinario effettuato a garanzia dell’ordine pubblico nelle nostre città.

 

 

 

 

Fonte: poliziadistato / grnet / consap

 

 

 

 

Valentina Stipa

 

 

 

 

Pinterest

Leave a Reply