Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Polizia. Tante Novità In Arrivo



Polizia. Tante Novità In Arrivo
4.5 (90%) 2 Vota Questo Articolo

“Ci riserviamo una analisi di dettaglio del testo, ma ci sembra che gli elementi essenziali della nostra proposta iniziale ci siano tutti, con le dovute connessioni all’abuso di alcol, all’uso di stupefacenti e alla Omissione di soccorso. Le pene da 8 a 12 anni (fino a 18 per gli omicidi plurimi) e la revoca della patente da 15 a 30 anni,  ci sembrano una risposta adeguata”. Commentano così i dirigenti dell’Asap, la notizia dell’approvazione da parte del senato della repubblica, della legge sull’omicidio stradale.

 

Fonte: corrieredelmezzogiono.it

Fonte: corrieredelmezzogiono.it

Ma per la polizia di stato, le conquiste non si fermano qui.  E’ infatti appena partita la sperimentazione sulle microcamere individuali, meglio conosciute come body cam, le quali vengono applicate direttamente sulle divise degli operatori in strada, delle volanti nelle città di Torino, Milano, Roma e Napoli e verranno date in dotazione anche alla polizia Stradale delle stesse città.

La sperimentazione durerà sei mesi e ha lo scopo di permettere agli operatori di raccogliere un maggior numero di informazioni sul campo.

 

 

Polizia. Le novità Non Sono Solo Operative

 

 

 

Se da un lato novità come quella dell’omicidio stradale o delle body cam migliorano la vita dei poliziotti, dall’altra bisogna anche continuare a pensare alle nuove leve. A coloro cioè che vogliono entrare a far parte di questo mondo, che le statistiche dicono essere sempre più numerosi.

 

Il mensile ufficiale della polizia di stato ha dedicato proprio in questa ottica un intero inserto di questo mese alle informazioni di base per poter accedere ai concorsi in polizia, dando particolare risalto a tutte quelle novità che stanno lentamente cambiando questo contesto.

 

L’innovazione certamente più importante riguarda il fatto che fino ad oggi, per avere accesso al concorso era obbligatorio aver svolto servizio volontario in ferma prefissata di  o anni nelle forze armate. Nel triennio invece dal 2016 al 2018 le porte del concorso pubblico per polizia saranno aperte anche a coloro che arrivano dalla vita civile, ai quali verranno destinati il 50% dei posti disponibili.

 

A questa fondamentale novità arriva anche una valutazione dei titoli di servizio completamente informatizzata, velocizzando di fatto i tempi di lavoro delle commissioni esaminatrici.

Questo aspetto in particolare ha un peso importante anche per la progressione di carriera e la ricollocazione del personale interno. “L’Ufficio concorsi (…) si è posto come un obiettivo prioritario quello di far ripartire con decisione le procedure connesse alla progressione di carriera dei vari ruoli” – si legge in una nota ufficiale – “ oggi si conclude il percorso concorsuale propedeutico alla nomina di 7.563 vicesovrintendenti, e, in tempi altrettanto brevi, potrà terminare il concorso per l’immissione di 1.400 vice ispettori”.

 

 

 

 

Fonte: asaps / grnet

 

 

 

 

Valentina Stipa

Pinterest

Leave a Reply