Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Quota 96, per 4mila insegnanti il giorno della pensione è arrivato



Quota 96, per 4mila insegnanti il giorno della pensione è arrivato
2.7 (54.29%) 7 Vota Questo Articolo

Quota 96, il giorno dello sbarco: nella notte di venerdì è finalmente giunto il sospirato nulla osta all’approvazione dell’emendamento al testo di Riforma della Pubblica Amministrazione: tradotto dal lessico parlamentare, si spalancano le porte della pensione per i circa 4mila insegnanti che erano rimasti incagliati nelle “secche” normative delle Legge Fornero sui pensionamenti. La attesa pensione scatterà dal primo settembre 2014, tra poco più di un mese.

 

Quota 96, ecco l'emendamento per la pensione

Quota 96: il “numero magico” che finalmente consente la pensione

 

Un raggiungimento giunto dopo mesi di “tira e molla” nelle aule parlamentari per la vicenda quota 96. L’approvazione, come detto è giunta nella tarda serta di venerdì: l’emendamento contiene infatti le disposizioni atte a rimediare all’errore della legge Fornero, nella quale non venne definito come i lavoratori della scuola in scadenza al 31 agosto potessero usufruire della pensione consentita a chi avesse i requisiti al precedente 31 dicembre.
Penetrando più puntualmente dentro i gangli disciplinari dell’emendamento, si comprende come in questo modo vadano in pensione coloro i quali abbiano raggiunto i 60 o i 61 anni di età in combinazione con una anzianità di servizio di 36 o 35 anni (ovverosia anni di contributi versati): il tutto da raggiungersi entro l’anno 2012. Una delle conseguenze di tale approvazione (oltre al meritato raggiungimenti della pensione da parte de suddetti dicenti) sarà quella inerente alla possibile l’assunzione di 4mila giovani insegnanti. Una opzione fondamentale nell’odirno momento di crisi ce sta attraversando il mondo del lavoro (vedi tasso di occupazione tra i giovani).
Buone notizie che però devono oltrepassare un ulteriore ostacolo (seppur, questa volta di minore entità): prima che l’emendamento possa essere legittimamente approvato dal Parlamento, sarà necessario anche il via libera della Commissione Bilancio, presieduta dal deputato Pd Francesco Boccia, uno dei principali sostenitori dell’emendamento. Questo ovviamente riempie di fiducia il clima attorno all’approvazione definitiva del provvedimento che manda in pensione i 4mila insegnanti.

 

Quota 96: gli ultimi aggiustamenti al provvedimento

 

Quota 96: Una volta terminata la procedura parlamentare, si dovranno poi attendere le istruzioni operative dell’Inps: gli interessati avranno 15 giorni per presentare la domanda di pensione. Una volta presentata la domanda, lo stesso Istituto previdenziale dovrà compilare una graduatoria applicando un criterio progressivo risultante dalla somma dell’età anagrafica e dell’anzianità contributiva vantata dai singoli richiedenti alla data del 31 dicembre 2012.

 

Una Riforma della Pubblica Amministrazione nel segno del ricambio generazionale

 

L’emendamento rientra chiaramente dentro l’ordine di idee generale che sovrintende ai lavori per la grande riforma della Pubblica Amministrazione lanciata dal Governo Renzi: “svecchiamento” è la parola chiave che funge da “ratio” all’affresco complessivo, “ricambio generazionale” è il concetto che viene impresso a caratteri cubitali sulla ideale copertina del Decreto che contiene gli articoli della riforma. Sparisce infatti quasi definitivamente dal pubblico impiego italiano il vecchio istituto del trattenimento in servizio (la proroga al lavoro concessa talora ai dipendenti pubblici). La rivoluzione renziana (brandita a mo’ di vessillo del presidente del Consiglio nei suoi intendimenti programmatici) pare pertanto essere vicina a giungere, almeno in parte, attraverso l’approvazione dei Decreti su Riforma Pa e Competitività, provvedimenti gemelli, momentaneamente spacchettati e che verranno probabilmente convertiti in legge in tempi diversi.

 

Fonti: leggioggi.it, Repubblica

 

Marco Brezza

 

 

Per visionare e scaricare il cedolino stipendio PA seguire il link: stipendi pa

 

Pinterest

Leave a Reply