Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Riforma PA. Con l’Approvazione Al Senato, è Legge



Riforma PA. Con l’Approvazione Al Senato, è Legge
4.5 (90%) 2 Vota Questo Articolo

riforma pa145 pro, 97 contro e un ironico “abbraccio ai gufi” del premier hanno decretato l’ufficialità della legge riforma della pubblica amministrazione.

Mancano adesso solo una serie di decreti attuativi che daranno vita a quella che, ormai possiamo dirlo, appare come la riforma più incisiva del settore di tutti i tempi.

 

 

 

 

Riforma PA. Vita Dura Per I Dirigenti

 

 

La novità più importante introdotto da questa riforma riguarda senza dubbio l’introduzione de criteri più ferrei per le carriere dei dipendenti pubblici; ma molte sono gli aspetti innovativi di questa riforma.

Cerchiamo allora di riassumerli insieme, almeno nei punti cardine:

 

- Sul tema delle carriere dei dirigenti, gli incarichi con durata quadriennale saranno rinnovabili una sola volta per due anni. Sarà poi possibile licenziare un dirigente nel caso in cui l’ultimo mandato venga valutato negativamente.

I dirigenti condannati dopo la sentenza della Corte dei Contri non potranno più svolgere incarichi dirigenziali, mentre per tutti gli altri la carriera e la retribuzione dovrà essere valutata sulla base del merito.

 

- Il corpo forestale diventerà parte dell’Arma dei Carabinieri; anche le prefetture verranno ridotte di numero, attraverso l’accorpamento delle loro funzioni agli uffici territoriali dello stato.

 

- Il parere dell’amministrazione dovrà arrivare entro 30 giorni dalla notifica dell’atto. Passato questo termine, se non si riceve risposta, di applica il silenzio assenso. Il termine si allunga a 60 giorni se ad avanzare una richiesta è un ente che tratta di tutela ambientale, paesaggistica, beni culturali e salute dei cittadini.

 

- Definitivo un unico numero per le emergenze il 112 che liquida tutti gli altri numero di emergenza legati ai singoli reparti. Si partirà inizialmente solo con la capitale, poi si estenderà alla regione, poi alla Lombardia e conclusa positivamente questa sperimentazione, si estenderà all’intera penisola.

 

 

 

Riforma PA. Porte Aperte Alla Tecnologia

 

 

Tra le innovazioni di questa riforma esiste un’ampia parte che riguarda il digitale. Qualcuno l’ha definita anche la riforma digitale, perché tra gli obiettivi che si pone c’è lo sfruttare la tecnologia per snellire ancora dipiù la vita dei cittadini.

 

In primo luogo  verrà introdotta la carta della cittadinanza digitale che sia al lato cittadino che al lato amministrazione dovrà rendere più semplice il flusso di informazioni.

 

All’interno di questo contesto si introduce anche la freedom of information act, ovvero il diritto legittimo di chiunque di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle PA, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi pubblici e privati.

 

Una delle novità maggiormente incisive per la cittadinanza sarà quella di  poter pagare multe, bollette via credito telefonico, anche via sms. L’obbligo per le PA di accettare pagamenti elettronici di tutti i servizi entro il 31 dicembre esiste già.

Ora verrà esteso anche al credito telefonico.

 

 

 

 

Fonte: pubblicaamministrazione / wired / leggioggi

 

 

 

 

Valentina Stipa

Pinterest

Leave a Reply