Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: il blog di esternazioni liberatorie

Accessibilità per i visitatori: sola lettura, ma potrete presto chiedere la registrazione ed esprimere i vostri pareri.

Categorie

 

Archivi per la categoria 'Riordino Carriera Forze Polizia'

mar, feb 5, 2013  Valentina
Riordino Carriere Polizia: Ancora Tutto Aperto
4.77 (95.4%) 87 Vota Questo Articolo

Riordino carriere polizia: Quando si parla di riordino delle carriere della Polizia di stato non si può fare a meno di parlare di tecnicità e specificità. Proprio per la mancanza di considerazione del punto di vista tecnico del ruolo della polizia di stato e della sua specificità professionale, i sindacati di categoria hanno bocciato le prime due bozze di riforma del riordino delle carriere  nelle quali era palese “l’intento di distruggere e svilire le professionalità del personale del ruolo tecnico-scientifico della Polizia di Stato”.

 

Partenza In Salita Per Il Riordino Carriere Polizia

 

riordino carriere polizia  Di fronte alla bocciatura di queste prime due bozze di riordino carriere polizia, da molte parti si è respirato aria di opposizione. In diversi forum gli stessi appartenenti alla polizia di stato in tema di riordino carriere polizia hanno pubblicato commenti piuttosto espliciti e chiari “parlare del riordino carriere polizia significa parlare di un grande imbroglio. Il riordino non lo vuole nessuno. Almeno il riordino delle carriere dei nostri vertici. Il Fondo per il riordino carriere polizia ultimamente contiene pochi “spiccioli” e serve urgentemente rifinanziarlo. Ma poi questi soldi saranno utilizzati diversamente ovvero finiranno quasi certamente per finanziare il rinnovo dei nostri contratti.”

 

 

Riordino Carriere Polizia: Forse Siamo Vicini A Un Punto D’Incontro

 

La terza bozza di riordino carriere polizia  sembra infatti avere messo tutti d’accordo, poiché valorizza nel modo opportuno la peculiarità della figura professionale dell’appartenenza al corpo della polizia di stato, vertendo principalmente su 2 settori:

-  la razionalizzazione dei settori d’impiego attraverso una rivisitazione di tutti quei profili professionali non più esistenti o fondamentali.

-  la valorizzazione dei tecnici con laurea triennale necessaria svolgere alcune particolari funzioni professionali.

A ulteriore sostegno di questa tesi, in tema di riordino carriere polizia in affiancamento al sindacato di Polizia di stato UGL, c’è anche il sindacato autonomo SAP, che alza ancora il tiro e specifica che “ la valorizzazione della base e l’istituzione del Ruolo unico Agenti Assistenti Sovrintendenti rappresentano un punto assolutamente irrinunciabile, una rivendicazione storica del sindacato autonomo, condivisa adesso anche dalle altre organizzazioni sindacali e dalle Amministrazioni”.

Un altro punto importante da non sottovalutare in tema di riordino carriere polizia  è la contrattualizzazione della Dirigenza per completare in maniera organica  il progetto di Riordino così come anche lo svincolare la progressione economica da quella professionale, ovvero che con l’anzianità di servizio i componenti della polizia di stato, a prescindere dal grado e dalla qualifica, la retribuzione mensile conosca un incremento incisivo.

 

Fonte: diritti e rovesci / uglpoliziadistato / sap-nazionale / consaplucca

 

Valentina Stipa

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
mar, nov 13, 2012  Roberta Buscherini
Ruoli Polizia di Stato: Principi per il Riordino
4.13 (82.61%) 23 Vota Questo Articolo

Ruoli Polizia di Stato: pronti al riordino

In un incontro mantenuto la scorsa settimana tra il governo e i principali sindacati della Polizia di Stato, questi hanno ricevuto la bozza di legge-delega con i principi e criteri generali per un possibile riordino dei ruoli Polizia di Stato.

 

Ruoli Polizia di Stato: Perché un riordino?

 

ruoli polizia di statoPerchè un riordino dei ruoli polizia di stato? Sicuramente uno dei motivi principali per i quali viene proposta questa ristrutturazione è il risparmio e l’ottimizzazione delle risorse. Inoltre, nella bozza il governo mantiene che si tratta di “assicurare il perseguimento del fondamentale obiettivo di mantenere inalterati i livelli di efficienza e funzionalità dell’Amministrazione”.
Il governo sottolinea nella circolare che per la realizzazione di questa bozza è stata rispettata la specificità dell’ordinamento e delle peculiari funzioni di questa categoria delle forze dell’ordine.

 

Ruoli Polizia di Stato: Obiettivo della Legge per il Riordino

 

-    Revisione e adeguamento delle funzioni e dei ruoli Polizia di Stato
-    Modifiche di accesso a ruolo chiuso e ad altri ruoli Polizia di Stato per favorire l’immissione di nuove risorse
-    Rideterminazione degli organici, dei ruoli Polizia di Stato e delle qualifiche
-    Semplificazione e riduzione dei concorsi e delle progressioni in carriera
-    Eliminazione di eventuali situazioni di disallineamento, anche di carattere previdenziale
-    Previsione di eventuale promozione alla qualifica superiore il giorno successivo alla cessazione dal servizio, salvo demerito.

 

Principi da rispettare nell’adozione della nuova legge

 

1.    Agenti ed Assistenti

 

Ruoli Polizia di Stato: agenti ed assistenti.  Ripartizione coerente dei diversi organici in base alle esigenze di funzionalità ed efficienza. Questo significa rideterminare il numero delle qualifiche in un numero non superiore a cinque; possibilità di introdurre uno scrutinio per merito comparativo a ruolo chiuso per la progressione in carriera e la previsione, nella fase transitoria di: procedure semplificate riservate agli assistenti capo per la copertura di posti disponibili nelle qualifiche che prevedono l’attribuzione della qualità di ufficiale di polizia giudiziaria e l’istituzione di un ruolo ad esaurimento dei sovrintendenti per lo svolgimento di funzioni di ufficiale di polizia giudiziaria con una dotazione organica non superiore a 10.000 unità.

 

2.     Ispettori

 

Revisione dei ruoli Polizia di Stato – ispettori assicurando una ripartizione coerente. La bozza parla di una rideterminazione de, numero delle qualifiche non inferiore a 4, degli organici delle diverse qualifiche stesse.
Inoltre, sono previste modifiche per quel che riguarda l’accesso al ruolo: 50 % mediante concorso pubblico e 50 % mediante concorso interno riservato a personale appartenente al ruolo precedente con almeno 5 anni di servizio.
La bozza include ugualmente la possibilità di procedure semplificate per la copertura dei posti disponibili nel ruolo degli ispettori, riservate a sovrintendenti.

 

3.    Soppressione del ruolo direttivo speciale e istituzione del nuovo ruolo direttivo della Polizia di Stato.

 

Per accedere è previsto un concorso pubblico per un 50 % dei posti disponibili, e un concorso interno per l’altro 50 %, riservato a ispettori. Con una riserva di posti non inferiore al 20 % per la qualifica apicale (anzianità minima di servizio 3 anni).

 

4.    Dirigenti

 

Creazione di un unico ruolo di dirigenti, nei ruoli polizia di stato, tramite un concorso pubblico con previsione di una riserva di posti, non superiore al 20 % di posti messi a concorso, per il personale appartenenti a tutti i restanti ruoli con un’anzianità minima di cinque anni. Inoltre, la bozza prevede la contrattualizzazione della dirigenza, attraverso l’istituzione di una autonoma area di contrattazione relativa alle diposizioni normative in materia di rapporto di lavoro.

 

5.    Adeguamento del personale tecnico e sanitario della Polizia di Stato per valorizzare le peculiari professionalità. In sostanza si tratta di razionalizzare il personale e i ruoli polizia di stato e ridurre i profili che non siano necessari.
Fonti: Forzearmate.org / Coisp

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest