Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Scuola. Aggiornamento GaE, Quale futuro?



Scuola. Aggiornamento GaE, Quale futuro?
Vota Questo Articolo

Fonte: blastingnews.com

Fonte: blastingnews.com

Già, perché di fatto il governo si comporta come se non esistessero, non mancando alcuna occasione per ricordare che l’unica via di accesso al ruolo passa dal concorso.

Eppure però le graduatorie, non solo ci sono, ma sono composte da insegnanti, i quali, esasperati, hanno intrapreso in moti casi la via giudiziale.

 

Questo però non ha fatto desistere il governo che non perde occasione per ricordare le sue reali intenzioni in termini di GaE: eliminarle in maniera definitiva.

Ma a fronte delle intenzioni dichiarate dall’esecutivo, molti insegnanti hanno deciso di non arrendersi e hanno intrapreso la strada della giustizia ordinaria, appellandosi al fatto che le graduatorie ad esaurimento, come stabilito per legge, divideranno al 50% i posti con i vincitori del concorso fino al loro svuotamento reale.

 

 

Scuola. GaE, Unico Ostacolo Alla perfezione Della Buona Scuola?

 

 

La risposta è evidentemente negativa. Gli ostacoli a una scuola dignitosa e funzionante passano ben oltre le graduatorie. Ma il ministro non ci vede. E rimane coerente con gli scopi iniziali della riforma.

E in effetti nonostante le dichiarazioni di intenti, sbandierate anche durante l’ultimo question time al Senato, secondo le quali il concorso pubblico triennale rimane unico accesso all’insegnamento, il ministro Giannini ha di fatto ammesso – e non potrebbe essere altrimenti – la necessità di una fase transitoria fino all’effettivo esaurimento delle graduatorie. Non ha poi mancato di rimarcate la sua promessa: assumere tutti i vincitori entro il prossimo triennio 2016/18, precisando che il ritardo delle operazioni è dovuto proprio alla complessità delle stesse.

 

Questa volontà di specificare ad ogni occasione l’intento della Buona Scuola suona ormai come una sorta di aiuto convincimento più che un modo cdi ricordare l’intento iniziale.

 

 

 

 

Aggiornamento GAE. Fase Transitoria Ancora Da progettare

 

 

 

 

È lo stesso ministro Giannini a spiegare come dovrebbe avvenire la fase transitoria in attesa dello svuotamento delle GaE.

Prima di tutto l’accesso alle graduatorie, conferma il ministro, rimarrà bloccato, pertanto il concorso rimarrà di fatto l’unico strumento possibile per accedere al ruolo.

 

In ogni concorso, su base triennale, riserveranno però la metà dei propri posti disponibili agli iscritti nelle GaE, fino a quando non ci sarà più neanche un iscritto. Questo in concreto si traduce nell’ennesima attesa per gli abilitati precari, che vedranno il prossimo concorso solo nel 2019.

È da qui che nasce la necessità di una fase transitoria. Su questo punto però il ministro non ha ancora le idee chiare.

E nel frattempo cosa dovrebbe fare un iscritto GaE? Rivolgersi alla magistratura. Se lo stato non tutela, vale la pena provare con la giustizia.

 

 

 

Fonte: blastingnews / forexinfo

 

 

 

 

Valentina Stipa

 

 

 

 

 

 

 

 

Pinterest

Leave a Reply