Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Scuola On line: l’Italia è indietro



Scuola On line: l’Italia è indietro
2 (40%) 1 Vota Questo Articolo

Scuola on line. L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, l’Ocse, avverte dello svantaggio della scuola on line italiana rispetto ad altri paesi d’Europa. Infatti, secondo l’ente, se il nostro paese non accelera negli investimenti nella scuola online e nelle tecnologie digitali ci vorranno almeno 15 anni per raggiungere paesi come l’Inghilterra, dove la scuola online è una realtà e l’ 80 % delle aule possiede strumenti didattici informativi. 

 

Secondo l’ultimo rapporto dell’OCSE, in ambito di scuola on line, l’Italia:

-          È lenta nella diffusione

-          Ha un budget limitato

-          Ha poche risorse

 

Scuola online: una questione di cultura

scuola on line

Foto: corrierecomunicazioni.it

Le risorse economiche che lo stato offre ogni anno alle scuole sono insufficiente per la creazione di una scuola on line di qualità, ma secondo gli esperti, non è tanto questo il problema. Il problema è perlopiù culturale.

 

Molti dirigenti scolastici e insegnanti infatti, hanno già capito la necessità di creare una scuola online di qualità e hanno cominciato a muoversi, senza attendere spinte dall’alto.

 

Collaborazione di famiglie e imprese per una scuola on line di qualità

 

Una delle soluzioni per migliorare la situazione della scuola on line in Italia sarebbe la creazione di un patto sociale con famiglie e imprese, fondato sulla loro sensibilizzazione, sull’importanza che gli studenti siano dotati di una tecnologia degna dei tempi.

 

Secondo l’organizzazione, se sono le famiglie ad acquistare parte di questi strumento garantisce una maggior responsabilità da parte degli alunni per quel che riguarda la conservazione. Inoltre, obbliga la società in generale a vedere questo tipo di strumenti digitali, della scuola on line, come attrezzi di formazione piuttosto che soltanto strumenti di gioco.

 

Pinterest

Leave a Reply