Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Sovraffollamento Carceri: Europa condanna l’Italia



Sovraffollamento Carceri: Europa condanna l’Italia
Vota Questo Articolo

Sovraffollamento Carceri: Non vi è mai capitato di essere talmente abituati a qualcosa che non va che, dopo un po’, non ci fai più caso?
Proprio quello sta succedendo in Italia con il sovraffollamento carceri: una realtà che non ci colpisce più perché ormai fa parte della propria struttura del sistema penitenziario. Siamo tutti abituati a un’esagerata densità nelle prigioni che si traduce in un “trattamento disumano e degradante” per i detenuti e per un’ulteriore sforzo per i dipendenti della polizia penitenziaria.

 

Corte Europea contro il sovraffollamento carceri

 

sovraffollamento carceriOra però, è stata la Corte Europea a parlare: ha condannato l’Italia al pagamento di 100.000 euro a 7 detenuti di Piacenza e Busto Arsizio che hanno visto violati i propri diritti fondamentali. Infatti, i detenuti sono stati obbligati a compire la pena in celle anguste (3 mq a testa), con poca luce e con acqua calda solo ogni tanto. Ora lo Stato ha un anno di tempo per migliorare la situazione delle strutture penitenziarie in modo da garantire il rispetto ai diritti fondamentali dei prigionieri e per pagare risarcimenti quando sarà necessario. Altrimenti, il rischio di essere ancora condannato per sovraffollamento carceri è molto elevato.

 

Giorgio Napolitano lamenta la condanna per sovraffollamento carceri

 

Questa vicenda inoltre, colpisce fortemente la credibilità dell’ Italia. Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha lamentato la situazione di condanna per sovraffollamento carceri. “Una mortificante conferma della perdurante incapacità del nostro Stato a garantire i diritti elementari dei reclusi in attesa di giudizio e in esecuzione di pena”.

Il miglioramento delle carceri italiane è un conto pendente già richiesto dal Consiglio d’Europa fin dal 1999. Sollecitato dal Quirinale negli ultimi anni, ma praticamente ignorato dal Parlamento che ha sempre altre cose da fare visto che nessuna forza politica parla mai di carceri.
Napolitano considera che è arrivato il momento di dare priorità alla questione “nel confronto programmatico tra le formazioni politiche che concorreranno alle elezioni del nuovo Parlamento, così da essere poi rimessa alle Camere per deliberazioni rapide ed efficaci”.

 

Situazioni delle carceri italiane

 

In Italia ci sono ad oggi 66.000 detenuti circa. Di tutti questi, solo il 68 % sono in regola. Il tasso di sovraffollamento carceri in Italia è del 142 % mentre che la media europea è del 99 %.
Forse è arrivato il momento di prendere sul serio la questione….voi cosa ne dite?

 

Fonte: Il Sole 24 ore

 

Patrizia Caroli

 

Per scaricare online il tuo cedolino puoi seguire questo link: Stipendi Pa

 

 

Pinterest

Leave a Reply