Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Medici Spending review: Oggi il voto sul maxiemendamento



Medici Spending review: Oggi il voto sul maxiemendamento
Vota Questo Articolo

È prevista stamattina la votazione, al Senato, del maxiemendamento presentato dal Governo Italiano sulla Spending Review.

Queste sono le principali novità in materia sanitaria:

-          Farmaci

L’aumento dello sconto al Ssn è limitato per le farmacie al 2,25 % e per le aziende farmaceutiche al 4,1 %. Il tetto per la spesa farmaceutica territoriale viene fissato per il 2012 al 13,1% e dal 2013 all’11,35%. Quello della farmaceutica ospedaliera invece viene fissato al 3,5%.

-          Auto mediche

Sono state escluse dai tagli le autovetture “per i servizi sociali e sanitari svolti per garantire i livelli essenziali di assistenza” (emendamento all’art. 5)

-          Patto per la Salute

Dovrà essere siglato entro il 15 novembre

-           Ospedali

Fino al 31 ottobre c’è di tempo per individuazioni di standard qualitativi, strutturali, tecnologici e quantitativi per assistenza ospedaliera da parte della Regioni; e il 31 dicembre è previsto il termine per la riduzione dei posti letto ospedalieri in base ai nuovi standard (3,7 posti per mille abitanti, che sarà attuata al 50% nel pubblico e al 50% nel privato).

-          Aumento IRPEF in Regioni con Piano di rientro

Il maxiemendamento prevede che le Regioni in disavanzo sanitario abbiano la possibilità di aumentare l’addizionale Irpef già dal 2013, in anticipo di un anno rispetto al previsto. Le Regioni interessate sono Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Sicilia, Calabria, Piemonte e Puglia e potranno anticipare la maggiorazione dell’addizionale, ora fissata allo 0,5%, fino all’1,1% (emendamento all’articolo 16).

-          Cure primarie

Si prevede che, nell’ambito della ridefinizione della rete ospedaliera, si tenga conto della contestuale riorganizzazione dei servizi distrettuali e delle cure primarie finalizzata all’assistenza 24 ore su 24 sul territorio, anche con riferimento agli standard europei.

-          Pubblico e privato

Il maxiemendamento contiene diverse proposto di sinergia tra strutture sanitarie pubbliche e private, ospedaliere ed extraospedaliere, con l’obbiettivo di contenere la spesa.

-          Direzione (medici e sanitari)

Le funzioni di direttore sanitario assorbiranno quelle del direttore medico nelle strutture da un unico presidio.

-          Personale

Nella valutazione dei rendiconti finanziari delle Regioni in Piano di rientro non saranno più considerati i risparmi ottenuti attraverso il taglio delle spese per il personale.

-          Costi standard

Il Governo ha fino il 31 ottobre per l’adozione dei costi standard sanitari previsti dal federalismo fiscale; ed entro il 31 dicembre 2012, dovrà definire i tempi di attuazione dell’adozione dei costi e fabbisogni standard in sanità.

 

Ecco qui il Testo ricostruito da Quotidiano Sanità sulla base del maxiemendamento del Governo presentato il 30 luglio (Fonte: Quotidianosanità.it)

Pinterest

Leave a Reply