Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Studenti Italiani viaggiano a Mauthausen “Per Non Dimenticare”



Studenti Italiani viaggiano a Mauthausen “Per Non Dimenticare”
Vota Questo Articolo

Ieri sono partiti da Milano, 400 alunni delle scuole secondarie di tutta la provincia, per visitare Mauthausen, in Austria. L’obiettivo di questo progetto è istruire gli studenti nella storia, ma dal vivo, e mantenere viva la memoria sui crimini e la barbarie vissuta durante il regime nazista in Europa. Si tratta della seconda edizione, organizzata dall’Assessorato all’Istruzione ed Edilizia scolastica, e sono programmate le visite ai campi di concentramento di Mauthausen-Gusen e il castello di Hartheim, atroce sede di sperimentazioni su persone indifese.

 

Per Non Dimenticare

 

Nel campo di sterminio di Mauthausen-Gusen furono sterminate 200.000 persone, di cui 8.000 italiani e nel castello di Hartheim i medici di Hitler procedevano alla sperimentazione su persone di tutte le età portatrici di handicap, condannandole, così, atrocemente alla morte.
Il programma del viaggio Mauthausen-Gusen, dal 29 al 31 gennaio, durante il viaggio di andata prevede la sosta alla città di Innsbruck e arrivo in serata a Linz. Durante il ritorno, è prevista la visita alla citta di Salisburgo con vista guidata al centro storico.

 

I numeri delle Scuole

 

Le scuole della provincia di Milano sono sempre più interessate a questo progetto. Infatti, quest’anno rispetto all’anno scorso hanno aderito circa 140 persone in più, tra studenti e insegnanti.

Marina Lazzati, assessore all’Istruzione ed Edilizia Scolastica, considera che la provincia di Milano negli ultimi anni “ ha voluto ampliare le destinazioni dei Viaggi della Memoria per permettere agli studenti delle scuole superiori di constatare i crimini commessi dal regime nazista in Europa. L’obiettivo è, dunque, promuovere e incentivare l’approfondimento storico e il confronto tra i giovani sul tema della deportazione, dello sterminio e soprattutto della mancanza di libertà. Un diritto quest’ultimo che deve essere assolutamente salvaguardato e garantito a tutti i popoli”.
Il programma del viaggio Mauthausen-Gusen, dal 29 al 31 gennaio, durante il viaggio di andata prevede la sosta alla città di Innsbruck e arrivo in serata a Linz. Il secondo giorno è dedicato alla vista guidata del campi di concentramento di Mauthausen-Gusen, con cerimonia commemorativa e deposizione di corona al monumento delle vittime italiane annientate in questo luogo dell’orrore. Il terzo giorno, di ritorno verso Milano con arrivo in serata, è prevista la sosta alla città di Salisburgo con vista guidata al centro storico.

Questa è sicuramente un’iniziativa importante in materia educativa. Non dimenticare la nostra storia è fondamentale per sapere dove stiamo andando e per dare il valore giusto alle cose. Noi, insegnanti, non possiamo permettere che i nostri ragazzi dimentichino. In un momento come questo, di cellulari, Iphone, computer e videogiochi è ancora più necessario spiegare, e far vedere, che non è sempre stato così.

 

Roberta Buscherini

 

Vuoi scaricare online il tuo cedolino? Fai click qui: Noipa

 

Pinterest

Leave a Reply