Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Supplenze Brevi: La Guida Definitiva alle Supplenze Temporanee



Supplenze Brevi: La Guida Definitiva alle Supplenze Temporanee
5 (100%) 1 Vota Questo Articolo

Supplenze Brevi: informazioni utili ad uso del supplente temporaneo e dei dirigenti scolastici.

 

Le supplenze brevi e temporanee  sono sostituzioni temporanee e copertura di posti disponibili della scuola durante un tempo determinato e breve, per qualsiasi motivo. La gestione delle supplenze in ogni struttura scolastica è competenza del dirigente scolastico che, per organizzare queste sostituzioni, farà uso delle graduatorie di circolo e d’istituto.

 

Supplenze brevi e temporanee : Quando vengono utilizzate?

 

Fonte: Tecnicadellascuola

 

Le supplenze saltuarie vengono utilizzate per questioni strettamente necessarie a garantire il servizio d ‘istruzione e dopo aver provveduto alla sostituzione del docente assente con altri insegnanti della scuola.

-          Supplenze nella scuola elementare: la supplenza di docenti che si assentano fino ad un massimo di 5 giorni nella scuola elementare avviene nelle ore di simultaneità non impegnate per le attività stabilite dei docenti nell’ambito del modulo o del plesso di conferimento e nell’orario d’insegnamento programmato per ciascun docente.

-          Supplenza Breve nella scuola secondaria: è possibile realizzare le sostituzioni usando i docenti in servizio nella medesima scuola anche oltre il limite di 11 giorni e fino ad un massimo di 15 giorni.

Nel caso di supplenze  per docenti con orari d’insegnamento strutturati in varie scuole, ogni scuola procede alle supplenze brevi in modo autonomo.

 

La revoca, convocazione e rinuncia di supplenze brevi

 

Le supplenze possono essere in qualsiasi momento revocate se non esiste più la necessità che le ha determinate.

La convocazione per la stipula di un contratto per supplenze saltuarie o brevi brevi avviene tramite fonogramma o telegramma (nel caso di supplenze di almeno 30 giorni). Questi documenti devono indicare:

-          Tipologia di posto disponibile

-          Orario di lavoro settimanale

-          Giorno e ora di convocazione

-          Ordine di graduatoria in cui si trova ciascun aspirante

-          Possibilità di delegare le supplenze temporanee

-          Ubicazione dell’ufficio dove si svolgerà la convocazione

 

La rinuncia nel caso di supplenze brevi non comporta alcun effetto, ma l’abbandono comporta la perdita della possibilità di conseguire qualsiasi tipologia di supplenza conferita nell’anno scolastico in corso.

 

Durata e proroga delle supplenze brevi

 

Vista la corta durata di questo tipo di supplenze  sono da considerare servizio, ad effetti di retribuzione e ferie, tutti i giorni ricadenti nel periodo in questione, anche festività. Ovvero, domeniche, festività infrasettimanali, giorni liberi, giorni di sospensione delle lezioni per motivi imprevisti.

Nel caso di assenza prolungata dal lavoro dei titolare sostituito, le supplenze vengono prorogate in automatico, a decorrere del giorno successivo da quello di scadenza del contratto precedente.

 

I docenti con supplenze saltuarie ad orario non intero, hanno il diritto ad accettare altre proposte di lavoro per conseguire il completamento d’orario, sempre che il dirigente scolastico responsabile accerti la compatibilità d’orario tra le ore già tenute dal supplente e quelle da conferire.

Nello stesso anno scolastico non è possibile prestare servizi di insegnamento, in modo contemporaneo, nei diversi ordini di scuola. Nello stesso modo, non è possibile prestare simultaneamente servizi come docente e come personale ATA.

 

Fonti: MIUR / Xoomer

 

Patrizia Caroli

 

 

Pinterest

Leave a Reply