Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: il blog di esternazioni liberatorie

Accessibilità per i visitatori: sola lettura, ma potrete presto chiedere la registrazione ed esprimere i vostri pareri.

Categorie

 

Archivi per la categoria 'Vigili del Fuoco'

sab, mag 16, 2015  Valentina
Vigili Del Fuoco. Sempre Indispensabili…Nonostante Tutto 4.00/5 (80.00%) 1 Vota Questo Articolo

 

Fonte: lamentino.it

Fonte: lamentino.it

La tempestività e professionalità dei vigili del fuoco intervenuti al terminal 3 di Fiumicino, che hanno lavorato senza sosta per ore in condizioni difficili, ha consentito di evitare il propagare dell’incendio alle altre aree dell’aeroporto ed evitare ulteriori danni e pericoli per le persone. Questo nonostante le condizioni sempre più difficili in cui i vigili del fuoco si trovano ad operare a causa dei tagli (…) il ministro Alfano esca dal torpore e si ricordi che non è solamente il ministro della Polizia. Ai vigili del fuoco serve l’attenzione del governo ed è dovuta la parità di trattamento con gli altri corpi”.

Parole taglienti quelle di Antonio Brizzi, segretario generale del Conapo sindacato autonomo dei vigili del fuoco all’indomani del pauroso incendio che si è propagato nell’Aeroporto di Fiumicino a Roma e per il quale sono intervenuto 17 squadre dei vigili del fuoco e un totale di 50 uomini.

 

Ma i vigili del fuoco non si fermano alle dichiarazioni al vetriolo e il 13 maggio scenderanno in piazza in uno sciopera nazionale per urlare nuovamente che così non va. Quindi dopo mesi di proteste in molte piazze, sotto le prefetture, davanti le direzioni regionali, flash mob, raccolte firme, si è deciso di tornare al vecchio metodo dello sciopero nazionale.

 

Vigili Del Fuoco. Le Richieste, Sempre Le Stesse

 

 

Le rivendicazioni dei vigili del fuoco che aderiranno allo sciopero tra qualche giorno sono riassunte perfettamente dal comunicato stampa emesso da uno dei maggiori sindacati di categoria: “vogliamo il contratto di lavoro, perché vogliamo che la categoria sia riconosciuta come altamente e particolarmente usurante, perché rivogliamo l’ONA, perché vogliamo che la qualità della formazione dei lavoratori non si faccia a “ore rubate” alle nostre famiglie, perché è tempo di dire basta alle partenze a 3 unità, perché le ferie sono un diritto, perché il precariato ed il soccorso non possono essere il futuro del CNVVF, perché il vigile del fuoco è un bene sociale e non un corpo di polizia che va a fare sfratti e ordine pubblico, perché le emergenze non devono essere affrontate con il sovraccarico di lavoro, perché il diritto alla mensa, alla carriera, allo stipendio adeguato lo rivogliamo!”.

Un grido unico più che comprensibile e che lascia poco al caso.

 

 

 

Fonte: conapo / vigilfuoco

 

 

 

Valentina Stipa

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
mer, apr 22, 2015  Valentina
Vigili Del Fuoco. Soccorso a Rischio Se Lo Stato Non Cambia Rotta 4.50/5 (90.00%) 4 Vota Questo Articolo

 

Fonte: repubblica.it

Fonte: repubblica.it

La situazione che ha colpito la Liguria è l’esempio di come lo Stato ha intenzione di affrontare il soccorso, abbandonare il cittadino alla Dea della Fortuna“. La situazione a cui fa riferimento Stefano Giordano, coordinatore Usb Vigili del Fuoco di Genova è quella dell’esondazione del fiume Bisagno, durante la quale, casomai ce ne fosse stato bisogno, i vigili del fuoco hanno toccato con mano quanto il corpo abbia bisogno di un rinnovamento che vada però nella direzione contraria rispetto a quella intrapresa dal governo con il riordino del corpo nazionale.

 

Secondo quanto previsto dal progetto governativo infatti si avrà una riduzione dei distaccamenti e di risorse umane e di conseguenza un peggioramento del soccorso con seri rischi per i cittadini che si troveranno ad attendere molto tempo per una richiesta di intervento.

 

 

Vigili del Fuoco. “Pompieri Precari, Soccorso Discontinuo”

 

Era lo slogan di apertura del corteo che si è svolto in Piazza De Ferrari a Genova. A riprova del fatto che il problema dei precari, ignorato dalle istituzioni ricade di fatto sui vigili di ruolo con conseguenze disastrose sui servizi al cittadino.

 

Marco Vedelago, responsabile Usb, fa presente quanto il tema del precariato vada a incidere sui dipendenti regolari del corpo, costretti a fare turni massacranti in situazioni di pericolo costante. “Viene messa in atto una politica scellerata nella gestione del precariato, con un riordino del corpo che prevede gradualmente la sostituzione di parte dell’apparato di soccorso con strutture volontarie. I precari, in pratica, vengono buttati fuori dalla porta per poi essere ripresi dalla finestra a salario dimezzato”.

 

Vigili Del Fuoco. Dall’Abruzzo Un Barlume Di Speranza

 

Davanti alla sordità delle istituzioni, la Regione Abruzzo ha deciso di prendere l’iniziativa e ha firmato un protocollo per facilitare almeno in parte la vita ai vigili del fuoco “affinché possano attingere risorse umane dal servizio sanitario invece di provvedere in modo autonomo. In questo modo facciamo buon uso delle risorse che ci sono e i medici incaricati saranno individuati direttamente dalle Asl” come dichiarato dall’assessore regionale alla sanità, Silvio Paolucci.

 

A spiegare bene in cosa consiste questo accordo tra vigili del fuoco e Aul è il presidente della Giunta regionale abruzzese, Luciano D’Alfonso: “quando le risorse tradizionali diminuiscono devono aumentare le risorse innovative, come programmazione e organizzazione. Abbiamo a disposizione dei giacimenti di bravura, di capacità lavorativa. Mettiamo insieme due mondi, con le loro bravure e con le loro specialità per assicurare un servizio efficiente al cittadino con medici del Servizio sanitario incaricati annualmente nel Corpo dei vigili del fuoco”.

 

Un progetto ambizioso e innovativo. Controtendenza rispetto al resto del paese. Un progetto che dona speranza a un corpo che giorno dopo giorno la speranza la perde sempre di più.

 

 

 

 

Fonte: ilsecoloxix / abruzzoweb / repubblica

 

 

 

 

Valentina Stipa

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
ven, apr 10, 2015  Valentina
Elicotteristi Vigili Del Fuoco. Un Lavoro Ambito Quanto Complesso 5.00/5 (100.00%) 1 Vota Questo Articolo

Se il ruolo del vigile del fuoco è delicato e per certi versi destinato alla sicurezza sociale, quello del nucleo elicotteristi dei vigili del fuoco lo è ancora di più.

 

L’addestramento di un vigile del fuoco spazia dallo spegnimento incendi al far fronte a situazioni radioattive, ma il compito di un elicotterista è molto più specifico e complesso.

Fonte: tuttoggi.info

Fonte: tuttoggi.info

 

Il primo nucleo elicotteristi del corpo dei vigili è di recente acquisizione; nasce infatti negli anni 50 a Modena.

Oggi si contano 12 nuclei di questo tipo su tutto il territorio nazionale, impiegati come appoggio alle squadre a terra in particolar modo per le calamità naturali o nei casi in cui venga richiesta una certa rapidità di intervento.

 

Ma gli interventi del nucleo operativo degli elicotteristi dei vigili del fuoco è ben più ampio: il salvataggio di persone, il trasporto urgente di malati, la ricerca di dispersi, i rilievi e le misurazione della radioattività.

 

 

 

 

Elicotteristi Vigili Del Fuoco. I Requisiti

 

 

 

 

Prima di tutto bisogna sapere che per la specificità del ruolo, l’elicotterista è prima di tutto un vigile del fuoco.

Per entrare quindi nel nucleo bisogna accedere a un concorso interno ed essere rispondente ai requisiti che vi andiamo ad elencare:

 

- Età anagrafica non superiore ai 30, che diventano 35 se si è già in possesso de brevetto da pilota.

 

- Diploma di istruzione secondaria

 

- Ottima conoscenza della lingua inglese

 

 

Questi che abbiamo elencato sono i requisiti minimi di accesso al concorso, ma la prima parte della selezione si basa sui titoli in possesso dell’aspirante elicotterista che concorrono ad aumentare il punteggio.

 

Facciamo qualche esempio pratico di requisito che può alzare il punteggio: laurea, diploma dell’istituto aeronautico, brevetto di pilota – che non è un requisito fondamentale, ma ovviamente innalza il punteggio.

 

Se si risponde a queste caratteristiche si può accedere al concorso interno, indetto mediamente ogni due anni. Una volta superato anche il concorso si avrà accesso al corso di formazione per elicotteristi e solo alla fine di questo si potrà dire di essere parte del nucleo.

 

 

 

 

Fonte: vigilfuoco / squattrinato / primapartenza /tuttoggi

 

 

 

Valentina Stipa

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
ven, apr 3, 2015  Valentina
Vigili Del Fuoco. Carburante Anche Per Loro 5.00/5 (100.00%) 1 Vota Questo Articolo

Fonte: loredanadevietti.it

Fonte: loredanadevietti.it

Al fine di potenziare l’attività di controllo del territorio per contrastare i terrorismo anche internazionale (…) l’autorità giudiziaria può affidare in custodia giudiziale alle forze di polizia e al corpo nazionale dei Vigili del Fuoco che ne facciano richiesta, per l’impiego nelle relative attività, i prodotti energetici idonei alla carburazione e alla lubrificazione, sottoposti a sequestro penale per violazioni degli articoli 40 e 49 del decreto legislativo 26 ottobre 1995 num. 504”.

Oltre alle forze di polizia dunque anche i vigili del fuoco potranno utilizzare i carburanti posti sotto sequestro, previa richiesta ufficiale.

Tutto grazie alla pronta modifica richiesta da un deputato del Movimento 5 stelle che, in fase di approvazione dell’emendamento 0.5.080.1, ha fatto inserire anche il corpo dei vigili del fuoco tra le forze che potranno usufruire di questa norma.

 

Negli intenti iniziali di questa proposta infatti, risalente al 2014, i destinatari erano solo le forze di polizia. Ennesima prova per il sindacata CONAPO delle politiche insoddisfacenti e poco incisive di questo Governo Renzi.

 

 

 

Vigili Del Fuoco. Le Criticità Del SATI

 

 

 

Continuare ad assicurare, come sempre abbiamo fatto, la nostra massima sollecitudine affinché le lavoratrici ed i lavoratori del Corpo del vigili del fuoco abbiano la valorizzazione, i riconoscimenti e le tutele che meritano ed a cui hanno assolutamente diritto”. Sono parole di Adriano Forgione e Danilo Zuliani esponenti del sindacato FP-CGIL VVF che hanno voluto riportare l’attenzione sul disagio economico e professionale del settore amministrativo e tecnico informatico del corpo, alla luce anche della possibilità che venga coinvolto nella riassegnazione dei dipendenti provinciali in esubero.

 

Quella degli appartenenti al SATI è una delle situazioni certamente più critiche all’interno del Corpo, per la quale da più parti è stata richiesta una nuova riforma che vada a modificare la legge attualmente in vigore e per la quale è stata presentata una dichiarazione di intenti lo scorso 9 aprile nell’ottico di un “intervento di revisione strutturale attraverso la predisposizione di una nuova legge delega e nuovi decreti attuativi della stessa”.

 

 

 

Vigili Del Fuoco. Il Corpo Più Penalizzato

 

 

 

 

Questi due casi, quello del carburante e quello del SATI, vogliono essere solo due esempi per esprimere il disagio profondo che questa categoria vive da ormai troppi anni.

Una categoria martoriata da riforme e tagli e che nonostante tutto sta in piedi.

Una categoria stravolta e rivoltata su più fronti che garantisce comunque un servizio fondamentale ai cittadini. Per ora.

 

 

 

 

 

Fonte: conapo / fpcgil

 

 

 

 

Valentina Stipa

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
gio, mar 19, 2015  Valentina
Prestiti Vigili Del Fuoco. Confermato Rinnovo Convenzioni 3.33/5 (66.67%) 3 Vota Questo Articolo

 

Per i prossimi due anni rimarranno in vigore le convenzioni, scadute il 31 dicembre scorso, di cui gli appartenenti al corpo dei vigili del fuoco possono avvalersi quando stipulano un contratto di finanziamento o di assicurazione, in termini di delega di pagamento.

onte: quoidianopiemontese.it

onte: quoidianopiemontese.it

 

A quelle rinnovate sono state aggiunte altre sei convenzioni ancora tutte da perfezionare, ma che non sostituiranno quelle già esistenti, piuttosto ne diverranno integrazioni.

I dettagli rispetto a queste nuove convenzioni sono già state pubblicate nella sezione intranet della direzione centrale per le risorse finanziare.

 

 

 

 

Prestiti Vigili Del Fuoco. Ecco Cosa Cambia

 

 

 

 

Il ministero dell’economia e delle finanze ha emanato una circolare ad hoc in tema di convenzioni per prestiti ai vigili del fuoco, con lo scopo di fare ordine rispetto alle precedenti direttive – 1/RGS del 17/01/2011 e 30/RGS del 20/10/2011.

 

Nella sostanza non sono state apportate modifiche di rilievo; sono però cambiati i nomi degli allegati che riportano gli schemi di convenzione tipo e le istanze di delegazione di pagamento da usare in ogni caso di specie.

 

L’unica vera novità di questa ultima circolare datata 15 gennaio 2015 è l’estensione della delegazione convenzionale, che, oltre a riguardare finanziamenti, assicurazioni vita e contribuzione previdenziali integrative, potrà essere applicata anche a:

 

- Polizze assicurative RC auto

 

- Erogazioni verso associazioni ONLUS

 

- Versamenti in favore di enti con finalità mutualistiche

 

 

Si potranno poi anche stipulare convenzioni centralizzate su tutti quei dipendenti con partite stipendiali riconducibili a sistema NoiPA.

 

 

 

 

Prestiti Vigili Del Fuoco. Come Accedere Alle Convenzioni

 

 

 

 

Per poter accedere a queste convenzioni, l’ufficio di appartenenza del dipendente dovrà verificare che ci siano tutti i requisiti richiesti dall’ente creditore e che sia presente un documento che attesti la posizione giuridica del dipendente, dovrà certificare l’autenticità della firma e poi trasmettere tutto all’ufficio II – ordinamenti retributivi del personale.

Qui la pratica verrà verificata nell’ottica di risposta alle clausole previste dalla convenzione.

 

 

 

 

Fonte: confsalvigilidelfuoco

 

 

 

 

Valentina Stipa

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest