Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Vigili Urbani Sotto L’Occhio Del Ciclone



Vigili Urbani Sotto L’Occhio Del Ciclone
4.3 (86.67%) 3 Vota Questo Articolo

 

Seimila persone oneste non si riconoscono in una gestione che li criminalizza. I lavoratori sono indignati”; così Francesco Croce della Uil Fpl riassume le emozioni dei vigili urbani in protesta davanti al campidoglio.

 

vigili urbaniL’assenteismo di massa della notte di capodanno ha di fatto scoperchiato una situazione che bolliva da tempo e che era pronta ad esplodere alla prima occasione: quello che è passato alle cronache come assenteismo di massa e che ha riguardato 83.5% dei vigili che avrebbero dovuto essere in servizio nella capitale la notte del 31 dicembre, è stato semplicemente una “crepa nell’organizzazione del Comando” che “se fosse successo in altri giorni dell’anno nessuno si sarebbe accorto di nulla (…) Il piano ferie viene redatto a maggio, già in quel mese si sapeva quanti colleghi sarebbero stati fuori in questo periodo”.

Così denuncia Stefano Giannin, il segretario del Sulpl, di Roma, uno dei sindacati della Polizia Municipale Locale.

 

 

 

 

Vigili Urbani. Rottura Col Comando?

 

 

 

 

La posizione dei sindacati di categoria è piuttosto chiara e non conosce mezze misure; probabilmente lo scandalo costruito intorno alle assenze su Roma, li ha aiutati a portare alla luce le loro proteste e la loro condizione lavorativa che, né attualmente né in prospettiva sembra rosea.

 

Un dato su tutti: a Roma sono impiegati 5900 vigili a fronte di un bisogno metropolitano che ne richiederebbe 9400. A questo si aggiunge che nell’anno appena iniziato non vengono previste dal Governo nuove assunzioni, a fronte dei molti pensionamenti già in calendario, che porteranno le unità a un ulteriore calo di 200 uomini. Non va poi dimenticato che, nonostante i vigili urbani siano di fatto un reparto mobile, il contratto collettivo nazionale li identifica come impiegati amministrativi.

 

 

 

 

Vigili Urbani. Le Proposte Della Categoria

 

 

 

Ed ecco allora che dopo l’attacco mediatico subìto dalla categoria dei vigili urbani, inizia la rivolta fatta di rivendicazioni e minacce di scioperi sulla base di una situazione esplosiva che esiste da anni.

 

Ma cosa propongono di fatto i diretti interessati? Più che proposte, quelle dei vigili urbani sono richieste lecite.

Prima di tutto è necessario identificare che tipo di lavoratori sono, se impiegati amministrativi o poliziotti e, sulla base di questa specifica, regolarizzare gli orari e i giorni di lavoro. Un esempio su tutti, i servizi notturni.

 

In secondo luogo si richiede l’applicazione della Legge Severino che prevede la rotazione degli incarichi, anche nell’ottica della lotta alla corruzione, che viene riconosciuta come problematica forte anche dagli stessi interessati.

 

Vogliamo chiudere questo articolo con una dichiarazione di Igor Gelarda, dirigente nazionale del sindacato di Polizia Consap: “anche i poliziotti locali, che rischiano la vita per strada, e tantissimi ne sono morti sul lavoro (per ultima in Francia la vigilessa uccisa dagli islamici), sono agenti di Pubblica Sicurezza. Anche loro hanno i contratti bloccati e le indennità accessorie bloccate da anni. Anche loro hanno ragioni di protestare contro un sistema che li sfrutta e non li valorizza e poco li tutela”.

 

 

 

 

Fonte: poliziamunicipale / linkiesta / lumsanews / grnet

 

 

 

 

 

Valentina Stipa

Pinterest

Leave a Reply