Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno dicembre 16th, 2011

ven, dic 16, 2011  Roberta Buscherini
Anno nuovo, soliti furbi!
Vota Questo Articolo

Anche quest’anno, come ogni fine anno vengono intensificati i controlli nei confronti di tutti gli esercizi che commercializzano prodotti destinati agli addobbi natalizi. Lo scopo è di verificarne i requisiti di sicurezza e la conformità alla legge.

La Guardia di Finanza di Frosinone e Sora hanno rispettivamente sequestrato a negozianti e venditori ambulanti rispettivamente 190.000 e 50.000 luminarie prive del marchio CE, dei dati dell’importatore e delle istruzioni in lingua italiana.
La legge 18 ottobre 1977, n. 791 prescrive, infatti, che il materiale elettrico in questione :“deve essere munito della marcatura CE …che attesta la conformità del materiale alle disposizioni della presente legge”.
Andare contro a questa legge è costato circa 25.000 euro in sanzioni amministrative ai cinque cittadini di origine cinese, trovati a vendere materiale illegale a Sora…quindi occhio a fare i furbi!

Altro grande problema di fine anno sono i fuochi d’artificio, di cui Napoli è il maggior centro di venditori abusivi.
Ne è un esempio il casolare napoletano, dove sono stati trovati e sequestrati un ingente quantitativo di materiale idoneo alla fabbricazione degli ordigni (micce, spaghi, cartoncini per il confezionamento e collanti), oltre 50 kg di polvere pirica e oltre 10.000 tra cipolle, rendini e altri artifizi.
I fuochi, dal peso stimato di oltre una tonnellata, sarebbero stati sufficienti per innescare un’esplosione dalle conseguenze disastrose, ma avrebbero fruttato al responsabile un guadagno di oltre 60.000 euro.
Anche in questo caso la Guardia di Finanza è intervenuta in tempo, evitando un pericolo ai numerosi potenziali acquirenti intenti a festeggiare il 2012.

Ogni anno la stessa storia, c’è chi cerca di lucrare a danno dell’incolumità dei cittadini; per fortuna c’è chi fa bene il proprio lavoro e riesce a bloccare, almeno in parte, la vendita illegale di questi materiali considerati pericoli.

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest