Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community
 

Archivi al giorno aprile 8th, 2012

dom, apr 8, 2012  Roberta Buscherini
Dipendenti comunali: sempre meno soldi per i cittadini
Vota Questo Articolo

Ben nascosto nell’Art.35 comma 8 del decreto sulle liberalizzazioni si trova il passaggio: “ai fini della tutela dell’unità economica della Repubblica e del coordinamento della finanza pubblica… dal 29 febbraio lo Stato preleva i soldi dei contribuenti comunali, depositati nelle tesorerie locali (la banca del paese), per trasferirli nella Tesoreria unica dello Stato”.
Ciò significa che lo  Stato si finanzia con i soldi dei Comuni virtuosi (soprattutto quelli del Nord) lasciando i sindaci privi di poteri decisionali sulla propria cassa.

 

Ad esempio per pagare i fornitori e gli stipendi, i sindaci dovranno chiedere l’autorizzazione alla Tesoreria dello Stato a Roma, affinché trasferiscano i quattrini sul conto dei dipendenti o delle ditte fornitrici.

 

Questa, secondo il primo cittadino di Morazzone, Matteo Bianchi, “è una rapina ai danni dei contribuenti locali” degna del regime dittatoriale.
Non è, infatti, ammissibile che vengano portati via i quattrini a quei comuni che tanto faticosamente riescono a far quadrare il bilancio.
In questo modo poi, nessuno ci assicura che i soldi prelevati siano ritrasferiti ai proprietari per l’intero ammontare; in parte potrebbero anche essere trattenuti “in nome dell’unita economica della Repubblica”…bella scusa!

 

Articoli correlati:

- Pensioni: polizia e vigili pronti a nuove manifestazioni

- Dipendenti pubblici: sciopero 13 aprile

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest