Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community
 

Archivi al giorno aprile 19th, 2012

gio, apr 19, 2012  Roberta Buscherini
Scuola: Maestro arrestato a Bergamo per abusi su un bambino di 8 anni.
Vota Questo Articolo

Che vergogna!!! Non è la prima volta, nelle ultime settimane, che leggiamo nei giornali una storia di questo tipo. Una storia triste che fa male a tutta la comunità docente, ci siamo tutti dietro a queste accuse, anche se non centriamo niente e siamo indignati come i genitori.

 

La procura di Bergamo considera quest’uomo un pedofilo ed è stato arrestato ieri mattina, proprio in manette, dopo che le telecamere piazzate all’interno della scuola hanno ripreso i suoi movimenti e gli atteggiamenti in compagnia dei bambini. Non ci sono dettagli sul concreto comportamento di questo individuo ma non vogliamo neanche conoscerli, non è importante. La cosa importante e imparare a prevenire questo tipo di atteggiamenti e a tutelare le vittime diversamente, bambini che intendono andare a scuola ad imparare e, invece, trovano chi si approfitta sessualmente di loro.

 

Poiché per avviare un arresto di questo tipo ci vuole del tempo e delle indagini accurate, non voglio immaginare quanti tragici episodi avranno supportato i bambini, perché alla fine questo sono traumi, secondo me. I bambini, a 8 anni, non sono in grado di spiegare, denunciare o capire cosa è normale e cosa non lo è. Devono essere al sicuro. Basta di punti neri nel nostro settore!!!!!

 

Dovrei rispettare la presunzione d’innocenza di questa persona, infatti ogni cittadino è innocente finché non si dimostra il contrario ma, sinceramente, se come pubblica il Corriere, è stato arrestato dai carabinieri mentre questi guardavano i filmati delle telecamere, faccio fatica a credere che sia innocente.

 

Altri argomenti:

- Insegnante a Mantova: non ce la faccio più.

- Insegnanti: il 30 % ha problemi alle corde vocali.

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest