Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno giugno 22nd, 2012

ven, giu 22, 2012  Roberta Buscherini
Carabinieri: Comandante di stazione Caserta spara alla nuca al vice e poi si suicida
Vota Questo Articolo

Vi giuro che ieri quando leggevo le prime notizie su questa vicenda mi sembrava di sognare. In un primo momento non si capiva niente: suicidio, incidente, omicidio….? Due carabinieri morti nella stazione di Mignano Monte Lungo, a Caserta, a colpi di pistola. Ma siamo fuori???

Se invece di carabinieri erano camionisti forse le litigate finivano con due botte, non credete? I uomini delle forze dell’ordine girano con le arme, questo implica l’obbligo di avere delle responsabilità in più. Non ho mai capito l’abuso di potere o di autorità, non solo in questo caso, che non capirò mai ma anche in molti altri in cui a perdere sono i cittadini (non armati).

 

 

CARABINIERI MORTI: I FATTI

foto: cadoinpiedi

Un colpo di pistola alla nuca uccide il maresciallo capo Tommasino Mella mentre quest’ultimo era seduto alla propria postazione di lavoro in ufficio, all’interno della stazione dei carabinieri di Mignano Monte Lungo nel Casertano. A sparare il luogotenente Angelo Simone che, subito dopo i fatti, si ha sparato alla tempia. Entrambi morti. Secondo le indagini, coordinate dalla Procura militare della Repubblica presso il Tribunale militare di Napoli, le motivazioni sono state presunte irregolarità nella gestione amministrativa della stazione rilevate dal vice comandante in ordine alle quali era già stata informata la Procura militare.

 

I colleghi hanno mostrato il suo dolore per l’accaduto: “In tutti c’è una priorità comune – hanno manifestato in una nota – stare vicino alla due famiglie e dare il massimo conforto e sostegno ai congiunti delle vittime”. Mentre il colonnello Crescenzio Nardone, comandante provinciale dei carabinieri di Caserta, ha definito la vicenda come ”un gesto folle che non ha alcuna giustificazione”.

 

Irregolarità contabili? La soluzione sono due morti? E queste sono le persone che devono difendere i cittadini? Scusate ma oggi non è proprio la giornata di mostrare fiducia nell’Arma di Carabinieri e, mi sembra pericoloso, perché questi fatti sporcano l’immagine di tutti noi, cittadini in uniforme.

 

Non è possibile dire o definire questo posto di lavoro come un’ambiente di armonia se erano presenti indagini per irregolarità. Non lo so, troppe incoerenze magari…..

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest