Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno settembre 19th, 2012

mer, set 19, 2012  Roberta Buscherini
Assegno Nucleo Familiare 2012: l’Inps riconosce il diritto
Vota Questo Articolo

L’Inps  pubblica una circolare (n. 114 del 18 settembre 2012) per il riconoscimento del diritto all’assegno per il nucleo familiare per gli iscritti alla Gestione separata di cui all’articolo 2, comma 26, della legge n. 335/95  per i periodi di congedo di maternità/paternità e di congedo parentale coperti dalla contribuzione figurativa.

 
Nella circolare, il ministero precisa la necessità di rispettare il requisito della specifica copertura contributiva, per l’erogazione dell’assegno per il nucleo familiare agli iscritti alla Gestione separata . Inoltre, sarà valutata la rilevanza sociale della questione, infatti, in caso di maternità, sarà riconosciuto il beneficio dell’assegno per il nucleo familiare anche in relazione ai periodi per i quali vi sia stato il solo versamento della contribuzione figurativa .

 

Assegno per Nucleo Familiare: Diritti

Questo diritto va riconosciuto nei casi in cui esiste il diritto alla copertura figurativa per maternità, tanto se si tratta di congedo di maternità (ordinario e/o anticipato o prorogato ed anche con riferimento alle ipotesi di adozione e affidamento di cui al D.lgs. n. 151/2001), come nel caso di congedo di paternità.
Inoltre, in presenza di tutti i requisiti richiesti dalla normativa di settore, il diritto all’assegno va riconosciuto anche nelle ipotesi di contribuzione figurativa per congedo parentale.

 

Calcolo all’assegno per il nucleo familiare

La nuova circolare dell’Inps prevede che nei casi per i quali è corrisposta l’indennità di maternità, ai fini della copertura figurativa, l’accredito della contribuzione avviene in relazione al noto “principio di cassa” di cui all’art.2, comma 29, della legge n.335/95.
In questo modo, gli iscritti alla gestione separata avranno diritto all’assegno per il nucleo familiare solo per i periodi coperti da specifica contribuzione  effettiva e/o figurativa secondo le modalità di accredito che contiene la circolare. Infine, l’istituto di previdenza ha precisato che l’accredito dei contributi nella gestione separata decorre dal mese di gennaio anche quando i primi mesi dell’anno siano eventualmente già coperti da contribuzione presso un’altra gestione.

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
mer, set 19, 2012  Roberta Buscherini
Il MEF autorizza il reclutamento di 11.542 docenti e personale educativo
Vota Questo Articolo

Sempre più vicino il concorso di cattedra per i docenti. Ora è stato fatto un nuovo passo in avanti con la pubblicazione del decreto del 12 settembre 2012 del Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF), che autorizza il Miur a reclutare 11.452 docenti e personale educativo negli anni anni scolastici 2013/14 e 2014/15. E’ stato precisato inoltre che le modalità di reclutamento dovranno considerare l’effettiva disponibilità dei posti di lavoro alla data di emanazione del concorso, ovvero il 24 settembre.
Il decreto fa riferimento al D.M. 3 agosto 2011, che fissava le basi per l’assunzione a tempo indeterminato di personale della scuola nei prossimi anni. E’ previsto, per ciascuno degli anni scolastici 2012/2013 e 2013/2014, che i reclutamenti non superino le 22.000 unità.
In questo modo vengono praticamente confermate le previsioni del Ministro Profumo, il quale parlava di 11.892 posti previsti a fronte di una disponibilità reale di inserimento di  11.542.
Sembra poca, una differenza di 350 posti ma in realtà è una differenza importante se abbiamo presente che saranno 350 i docenti esclusi.

 

Concorso Docenti: 11.542 insegnanti

 

Abbiamo sentito parlare molto durante le ultime settimane sul concorso per la scuola, i posti disponibili e le graduatorie ma alla fine i posti sono 11.542, questa è la cifra autorizzata per decreto dal MEF.

 

 

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
mer, set 19, 2012  Roberta Buscherini
Aeronautica Militare: maresciallo in congedo precipita con un ultraleggero
4 (80%) 2 Vota Questo Articolo

Dire che i pilota dell’Aeronautica Militare non rischiano mai mi sembra poco reale. Domenica scorsa un maresciallo dell’Aeronautica congedato e un secondo occupante del velivolo ultraleggero hanno dovuto realizzare un atterraggio di emergenza a Manduria, Taranto, nei pressi dell’ex aeroporto militare in località “BottaroViprara”.

 

La Causa?

Un problema tecnico.

 

I due soldati, diretti a Udine, hanno dovuto fermare il volo quando l’aereo ha perso quota ed è precipitato. Il pilota ha tentato un atterraggio di fortuna, ma l’ultraleggero si è ribaltato dopo l’impatto e si è spaccato in due tronconi, ma non ha preso fuoco.

 

I Carabinieri della Aliquota Operativa della Compagnia di Manduria stanno ancora indagando sul caso mentre il pilota e passeggero, sbalzati sul terreno, sono stati soccorsi e trasportati con ambulanze del 118 all’ospedale di Manduria.

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest