Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno settembre 26th, 2012

mer, set 26, 2012  Roberta Buscherini
Mobilità Vigili del Fuoco: Capo Squadra
Vota Questo Articolo

Mobilità Vigili del Fuoco.

 
Posti previsti dalla circolare di mobilità del 16 luglio 2012 per il personale con qualifica di Capo Squadra.

 
Posti Previsti:
-    4 carenze relative agli specialisti Sommozzatori del Comando di Crotone, secondo le piante in uso (2008). Quest’unità però, non è ancora stata aperta. Inoltre non sono pervenute domande di trasferimento che tale sede.
-    8 carenze relative ai Capo Squadra generici del Comando Trapani. Tale carenza è costituita sulla base delle esigenze nel momento della pubblicazione della circolare, ovvero -2 unità, a cui sono stati aggiunti n.5 posti relativi a personale che usufruisce della L.104 e che si trova temporaneamente a Trapani, e 1 posto per personale che usufruisce del D.L.vo 267 e che si trova temporaneamente a Trapani.

 
Fonte: CONAPO

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
mer, set 26, 2012  Roberta Buscherini
Pensioni Militari e Forze dell’Ordine: nota del MEF
Vota Questo Articolo

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha inviato una nota riassuntiva riguardo all’incontro del 21 settembre tra governo e sindacati rappresentanti da Militari, Forze dell’Ordine e Vigili del Fuoco.

L’argomento: armonizzazione del sistema pensionistico.
Lo schema di regolamento, in base all’articolo 24, comma 18 del D.L. 201/2011, conv. L.214/2011, prevede:

 

 

1. Pensione di Vecchiaia Difesa e Sicurezza

 

Personale di truppa, Marescialli e Sergenti

Oggi A decorrere dal 2018*
60 anni 62 anni

Resto del Personale

Oggi Dal 2018
60 anni Dai 63 ai 66 anni e sette mesi*

*Ferma restando l’applicazione degli incrementi per speranza di vita.

 

 

2.    Pensione Anticipata Difesa e Sicurezza

 

-    Il pensionamento anticipato nel caso di appartenenti alle Forze dell’Ordine e alle Forze Armate sarà consentito con 42 anni e tre mesi di contribuzione (ad oggi 40 anni più un anno di finestra mobile) con applicazioni progressive per età, a regime, inferiori a 59 anni.
-    Si prevede che sulla quota retributiva di trattamento relativa ai contributi maturati entro l’1 gennaio 2012, è applicata una riduzione percentuale dell’1 % per ogni anno di anticipo rispetto all’età di 58 anni fino al 31 dicembre 2018; e rispetto ai 59 anni dal 1 gennaio 2019. Tale percentuale è elevata al 2 % per ogni anno ulteriore di anticipo rispetto a due anni.
-    Previsto il mantenimento del canale di pensionamento con il sistema delle c.d.”quote”, che salgono fino a raggiungere, a decorrere dal 2019, “quota 99”.
-    Prevista la limitazione a complessivi due anni e sei mesi delle maggiorazioni del periodo di servizio.

 

Il Ministero chiarisce nella nota che è consentito ai soggetti, in possesso dei requisiti prescritti, il collocamento a riposo d’ufficio se raggiungeranno il limite previsto alla data di entrata in vigore del regolamento stesso, in relazione al grado e la qualifica.

 

Altre Proposte del MEF

 

- l’inserimento nel testo dell’applicazione dell’incremento della speranza di vita per i dipendenti che maturino i requisiti pensionistici entro il 2012
- la limitazione della permanenza in ausiliaria a 67 anni per i dipendenti che cessano dal servizio ai 62 anni.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest