Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno ottobre 5th, 2012

ven, ott 5, 2012  Roberta Buscherini
I docenti sono stressati e il governo innalza l’età pensionistica
2.5 (50%) 6 Vota Questo Articolo

Quali sono le malattie più frequenti nella scuola? Si tratta soltanto di disfonie e problemi alla laringe? È sempre giustamente riconosciuta un’infermità dei docenti come causa di servizio?
Recentemente è stato elaborato uno studio, a cura di Vittorio Lodolo D’Oria, per dare risposta a tutto questo, ovvero per determinare l’inidoneità dei docenti all’insegnamento per motivi di salute.
In termini generali, lo studio dimostra che le “disfonie” sono causa dell’inidoneità degli insegnanti solo nel 13 % dei casi. Infatti, la maggior parte delle malattie che soffrono gli insegnanti hanno cause psichiatriche (in oltre il 60% dei casi), specialmente ansia e depressione.
Di fronte a questa situazione, c’è un governo che si concentra su tutt’altro. Non realizza studi epidemiologici, non valuta la salute della categoria professionale prima di licenziare le riforme previdenziali, ma al contrario penalizza i docenti (l’82% di questi sono donne) che si ammalano. E’ proprio così che funziona il decreto Brunetta con l’abolizione della causa di servizio.

stress

Insengnanti e stress

Una delle principali cause di malattia dei docenti sono elevati episodi di stress dovuti a:
-    Situazione attuale del sistema scolastico (precarietà, classi troppo numerose, retribuzioni insufficienti,….)
-    Presenza esagerata di alunni extracomunitari
-    Mancanza di valori sociali da parte degli studenti
-    Riforma continua delle pensioni
-    Evoluzione continua delle metodologie dell’insegnamento
-    Poco rispetto da parte di studenti e della società in generale
Questa non è una situazione vissuta soltanto in Italia se non simile a quella presente in altri paesi dell’Unione Europea.

 

Mentre in altre nazioni come la Francia o la Germania, il governo sta prendendo misure per migliorare la situazione degli insegnanti con riduzioni graduali dell’attività di docenza frontale con la progressiva carriera, compensata con altre operazioni di coordinamento e supporto alla didattica, in Italia, il governo:
-    Non ha finanziato la prevenzione dello Stress Lavoro Correlato
-    Non ha incentivato i docenti a realizzare test oncologici
-    Non ha previsto attuazioni per informare i docenti sul rischio psichiatrico/oncologico della professione
-    Non ha formato dirigenti scolastici sulle competenze medico-legali.
Invece però:
-    Ha allungato l’età pensionistica
-    Ha trascurato la preponderante componente femminile tra i docenti (più sensibili alle patologie psichiatriche)
-    Ha cancellato la possibilità di dispensa dal servizio per gli inidonei permanentemente all’insegnamento.
-    Ha abolito la causa di servizio per la pubblica amministrazione
-    Ha collocato d’ufficio gli inidonei per motivi di salute nel ruolo amministrativo

 

 

Per accedere allo studio completo

 

Fonte: Orizzontescuola

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest