Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno gennaio 15th, 2013

mar, gen 15, 2013  Roberta Buscherini
Pensioni Polizia di Stato 2013: Parliamo Chiaro
4 (80%) 1 Vota Questo Articolo

Con la riforma Fornero sono cambiati i requisiti per andare in pensione nel caso della maggior parte delle categorie lavorative. In questo senso, anche nel caso della Polizia di Stato, la normativa è leggermente cambiata. Infatti, non possiamo dire che sia tenuta in conto la specificità della categoria in quando sono stati indurite le condizioni per l’accesso alle Pensioni Polizia di Stato.

Il motivo principale è l’adeguamento delle pensioni polizia di stato alla speranza di vita, secondo ha dichiarato il proprio Inps, gestione ex Inpdap, in un messaggio del 10 gennaio, ma con alcune peculiarità che procediamo ad analizzare.

 

Pensioni Polizia di Stato: Pensione di Vecchiaia

 

Chi ha il diritto alle Pensioni di vecchiaia?

 

Per le  pensione di vecchiaia, l’Inps ha precisato che l’accesso al pensionamento, dal 1 gennaio 2013 in poi, “continua ad avvenire in corrispondenza dell’età massima per la permanenza in servizio, così come fissata dai singoli ordinamenti e non adeguata agli incrementi della speranza di vita, nell’ipotesi in cui al compimento di detto limite di età risultino già soddisfatti i requisiti prescritti per il diritto a pensione”. Questo significa che, per le pensioni polizia di stato pensione di vecchiaia, non sarà applicato l’incremento previsto per adeguamento alla speranza di vita nel caso di dipendenti che abbiano già maturato l’anzianità contributiva richiesta al momento di raggiungere l’età massima. E al contrario, nel caso di dipendenti che raggiungano il limite di età previsto ma non abbiano maturato i requisiti, in quanto a contributi, dovranno aspettare altri tre mesi per poter accedere alla pensione di vecchiaia.

 

Ricordiamo che i limiti di età per accedere alle pensioni di vecchiaia sono:

 

-          65 anni per Dirigenti Generali

-          63 anni per Dirigenti Superiori

-          60 anni Qualifiche Inferiori

Il Ministero ha precisato che, in mancanza dei requisiti previsti per la pensione di anzianità, il dipendente della Polizia di Stato dovrà prolungare il servizio fino alla maturazione di uno di questi requisiti:

-          Limiti ordinamentali + 3 mesi + finestra mobile (accesso a pensione di vecchiaia)

-          Pensione di anzianità + finestra mobile

 

Pensioni Polizia di Stato: Pensione di Anzianità

 

Chi ne ha il diritto ?

 

Il diritto alle pensioni di anzianità è previsto quando vengono raggiunti questi requisiti:

-          57 anni e 3 mesi di età e 35 anni di anzianità contributiva (entro il 31 dicembre 2011)

-          40 anni e 3 mesi di contributi utili (entro il 31 dicembre 2011)

-          53 anni e 3 mesi di età e la massima età di contributi (entro il 31 dicembre 2011)

Nel caso di pensioni per dipendenti che maturano i requisiti a decorrere dal 1 gennaio 2013 è previsto il diritto alla decorrenza del trattamento di quiescenza trascorso un anno dalla data del raggiungimento dei requisiti.

 

Fonte: INPS / Ministero dell’Interno

 

Roberta Buscherini

 

Scarica ora il tuo cedolino online: Stipendi Pa

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
mar, gen 15, 2013  Roberta Buscherini
Guardia di Finanza e CONSOB firmano un accordo di cooperazione
Vota Questo Articolo

La Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (Consob) ha firmato un accordo di collaborazione con la Guardia di Finanza per potenziare il lavoro congiunto delle due istituzioni.

Fonte: Brindisireport.it

Il precedente accordo, tra le due entità, è datato a maggio del 2006, per tanto, l’arrivo di una nuova intesa è una buona notizia. Questo progetto, “consente alla Consob di esercitare al meglio le funzioni di tutela del risparmio, rafforzando le attività di vigilanza grazie ad una maggiore flessibilità dell’azione ispettiva e degli altri poteri di controllo e con la possibilità di avvalersi delle incisive proiezioni investigative offerte  dalla collaborazione della Guardia di Finanza”, secondo hanno affermato in un comunicato.

 

Obiettivi della Collaborazione

 

Uno dei principali obiettivi di questo nuovo progetto è aumentare l’efficacia nella lotta contro l’abusivismo sui mercati finanziari e gli abusi di mercato. In questo senso, grazie al nuovo accordo, la guardia di finanza ha la possibilità di fornire, su richiesta della Consob, le loro indagini riguardo operazioni sospette.

Inoltre, Consob e Guardia di Finanza collaboreranno, d’ora in poi, nell’acquisto e scambio di dati, notizie e altre informazioni. Coopereranno in indagini, ispezioni e perquisizioni, a richiesta dell’autorità di vigilanza.

Inoltre, sono previste ulteriori collaborazioni in materia di antiriciclaggio, formazione e migliora degli strumenti e attrezzi di uso lavorativo.

 

Roberta Buscherini

 

Per scaricare online il tuo cedolino, segue questo link: Stipendipa

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest