Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno aprile 15th, 2013

lun, apr 15, 2013  Ranalli
Scatti di Anzianità: La storia Interminabile
3.8 (76%) 35 Vota Questo Articolo

Quella degli scatti d’anzianità per i docenti è una storia infinita che sta parzialmente trovando una soluzione dopo un tira e molla durato quasi tre anni.

 

Cos’è successo con gli scatti di anzianità?

 

Ma in effetti che cosa è successo, perché oggi una porzione di docenti a tempo indeterminato comprensivi dei docenti di religione cattolica a tempo indeterminato e stabilizzati riceveranno degli arretrati per gli scatti di anzianità anche in assenza dei rinnovi contrattuali ormai bloccati dal 2010? Entriamo nel merito.
A seguito dello scoppio della crisi in Grecia ( paese aderente all’euro) il Governo Berlusconi intervenne pesantemente con provvedimenti di riduzione della spesa pubblica che tra l’altro vide anche la moratoria di due anni degli aumenti legati all’anzianità di servizio. A suo tempo si parlava insistentemente di cancellazione degli aumenti di retribuzione legati alla carriera ed alla fine si optò per il blocco di tre anni ( 2010-2011-2012) poi ridotti ai soli anni 2011 – 2012.
Solo a dicembre del 2012 in sede di contrattazione presso l’Aran ( che rappresenta la parte pubblica nella contrattazione con i sindacati ) è stato sottoscritto un accordo che attraverso la riduzione di altre spese riguardanti la pubblica istruzione, ha di fatto consentito il recupero ai fini della carriera anche dell’anno 2011.

Scatti di anzianità: chi ne ha diritto?

Ma chi sono costoro che avranno tali benefici, e a quanto ammonteranno gli arretrati?

Non appare difficile dare risposta a questa domanda.
Gli aventi diritto sono quanti nel corso dell’anno 2011 maturavano il passaggio alla fascia stipendiale superiore è cioè:
31/12/2010 – 30/04/2011 – 31/08/2011
Tutti quanti quindi avevano prima della moratoria dei due anni le suindicate scadenze riceveranno gli arretrati per scatti di anzianità fino ad aprile 2013 sulla rata di maggio 2013. Su questa rata troveranno altresì l’aumento stipendiale legato al passaggio alla fascia superiore.
Ma  non finisce qui.
Gli arretrati di scatti di anzianità, per logica, saranno corrisposti anche a quanti maturavano il passaggio alla fascia superiore nel 2012 è cioè:
31/12/2011– 30/04/2012- 31/08/2012.
Ovviamente in questo caso gli arretrati, per gli scatti di anzianità, riguarderanno solo il 2012 e in proporzione il 2013.
Anche per costoro gli arretrati saranno erogati sulla rata di maggio e sempre a partire da maggio troveranno per i mesi successivi l’aumento stipendiale corrispondente.
Tutti quei docenti che invece per effetto del recupero dell’anno 2011 passeranno alla fascia superiore nel 2013 percepiranno gli arretrati solo a decorrere dal mese di gennaio 2013 fino ad aprile mentre a maggio troveranno il relativo incremento per effetto del passaggio di fascia.

 

Le cifre

L’ammontare degli arretrati per gli scatti ovviamente si diversifica in maniera abbastanza consistente a seconda di quanto sarebbe avvenuto il passaggio ed è legato anche all’ordine di scuola presso cui si insegna.
Prendiamo in considerazione la fascia  intermedia quella che riguarda quanti passano alla fascia 21 a far data dal 01/01/2011.
I docenti di scuola prima percepiranno come arretrati fino ad aprile 2013 euro 4000,00 lordi

I docenti di scuola secondaria di primo grado percepiranno come arretrati fino ad aprire 2013 euro 4500,00 lordi

I docenti di scuola secondaria di secondo grado percepiranno come arretrati fino ad aprile 2013 euro 6400,00 lordi

 

Giancarlo Ranalli

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest