Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community
 

Archivi al giorno aprile 24th, 2013

mer, apr 24, 2013  Roberta Buscherini
Dipendenti Statali: troppe questioni da risolvere?
Vota Questo Articolo

Blocco stipendi, scatti di anzianità, contratti, ricollocamento al lavoro…..ci sono molte questioni urgenti da risolvere riguardo la categoria lavorativa di dipendenti pubblici, soprattutto è importante trovare una soluzione per gli esodati e i precari della pubblica amministrazione.

Il ministero di economia e finanza ha pubblicato un nuovo documento sui pagamenti dei debiti dello stato alle imprese che colloca il deficit-pil al 2,9 %, ma non è abbastanza. Lo stato ha soltanto pochi giorni per decidere come recuperare circa mezzo punto di Pil, 7-8 miliardi, per scongiurare i nuovi carichi fiscali estivi, a partire dall’aumento  dell’aliquota Iva dal 21 al 22% che scatterà da luglio per il quale serviranno 1,9 miliardi.

 

foto: ilfattoquotidiano

foto: ilfattoquotidiano

 

 

Inoltre, da luglio sarà necessario trovare un miliardo di euro per neutralizzare la nuova Tares, tassa sui rifiuti.  In questo senso, tutto è ancora possibile e non bisogna scartare la possibilità di congelare.

Il responsabile di economia, Vittorio Grilli, si è mostrato convinto e soddisfatto delle misure prese fino ad ora, in quanto le considera una prova che conferma le possibilità del paese di cambiare il corso della crescita.

Grilli ha aggiunto che le misure avviate nel 2012 avranno, in maniera stimativa, “un impatto sulla crescita del Pil pari all’1,6% e al 3,9% nel 2015 e nel 2020, e fino a circa 7 punti di Pil percentuali in più nel lungo periodo”.

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
mer, apr 24, 2013  Valentina
Polizia Ferroviaria. Chi Sono e Come Accedere
5 (100%) 2 Vota Questo Articolo

Polizia Ferroviaria: 2500 stazioni, 16,000 chilometri, 8000 treni per un totale di 1,500,000 passeggeri al giorno. Bastano questi numeri per capire l’importanza della polizia ferroviaria, nata all’inizio del secolo scorso e che oggi conta 153 posti di polizia, 27 sottosezioni e 17 sezioni su tutto il territorio nazionale.

 

I compiti di questa categoria lavorativa sono svariati e su più fronti; infatti, assicura in generale un viaggio, in sicurezza a tutti i passeggeri che transitano dalle stazioni italiane, impedendo reati all’interno delle stazioni e sui treni. La polizia ferroviaria compie anche azioni di assistenza e tutela dell’ordine pubblico nel caso di manifestazioni che si svolgono o transitano all’interno di stazioni.

 

La polizia ferroviaria, conosciuta più comunemente come Polfer, possiede sale operative di ultima generazione, richiedendo così anche ai suoi operatori un costante aggiornamento in termini di know-how. Intraprendere la carriera nella polizia oggi equivale quindi a svolgere una funzione, anche sociale in evoluzione continua, che richiede professionalità dinamiche e qualificate.

 

 Come si Entra Nella Polizia Ferroviaria

 

Come per tutte le forze armate, anche la carriera all’interno della polizia ferroviaria inizia con un concorso pubblico. Il bando serve per entrare all’interno della Polizia di stato, che dipende direttamente dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, da cui poi tramite concorsi interni, si può scegliere l’assegnazione alla polizia ferroviaria.

La pubblicazione del concorso per polizia contiene tutti i requisiti che si devono o possedere per poter partecipare.

In generale l’accesso al concorso per diventare poliziotto e successivamente entrare nella polizia ferroviaria è vincolato a requisiti formativi e fisici precisi:

-        La cittadinanza italiana e un diploma di scuola media inferiore

-        non aver compiuto i 30 anni

-        possedere qualità fisiche specifiche come l’altezza una massa muscolare idonea

 

Concorsi Polizia Ferroviaria

 

I concorsi per entrare in polizia ferroviaria si svolgeranno sempre su due prove, la prima scritta al cui superamento si accede a quella fisica.

La prova scritta per accedere alla carriera nella polizia ferroviaria è composta da un questionario a risposta multipla su argomenti di cultura generale, una prova di lingua straniera e di informatica di base.

Il superamento della prova scritta è un passo avanti verso la carriera nella polizia ferroviaria e fa accedere alla prova fisica (artt. 3 4, del D.M. 30 giugno 2003, n. 198) dove vengono istituite apposite commissioni chiamate a valutare i partecipanti al concorso per polizia ferroviaria.

I vincitori del concorso per polizia ferroviaria diventano allievi agenti della Polizia di Stato e iniziano un corso di formazione di 6 mesi, superati i quali ne iniziano altri sei in qualità di Agenti in prova fino alla qualifica di Agenti effettivi e all’assegnazione al reparto di polizia ferroviaria.

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest