Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community
 

Archivi al giorno ottobre 15th, 2014

mer, ott 15, 2014  Valentina
In Friuli I Farmaci Li Somministrano gli Oss …
4.5 (90%) 2 Vota Questo Articolo

 

È quanto stabilisce, legittimamente, chiariamolo subito, un protocollo adottato dall’azienda sanitaria del Friuli, secondo il quale le prescrizioni terapeutiche possono essere eseguite dagli Oss con formazione complementare. I farmaci in questione sono antipsicotici, anticoagulanti, antivirali e diuretici, quindi con obbligo di prescrizione medica e somministrazione da parte di un operatore qualificato. Dunque un infermiere, in teoria.

 

infermieri e ossA sollevare a questione è stata l’interrogazione in sede di giunta regionale, del consigliere di Forza Italia Roberto Novelli, il quale ritiene, ampiamente sostenuto dai sindacati di categoria come il Nursind, che una libertà di questo genere per gli Oss faccia sia dettata dalla volontà di “rincorrere il minor costo, vista la differenza di retribuzione fra Oss e infermieri” e che “si siano cercate soluzioni organizzative esponendo gli infermieri a rischi concreti annessi alla responsabilità assistenziale, così come gli Oss a concrete violazioni penali, quali l’abuso di professione”.

 

Prima di entrare nel merito del protocollo e dei suoi limiti, facciamo qualche doverosa precisazione.

La somministrazione dei farmaci, sia all’interno di strutture ospedaliere che in istituti di altra tipologia come ad esempio le RSA è sempre vincolata, anche giuridicamente, alla prescrizione medica e quindi alla sua messa in pratica da parte dell’infermiere professionale.

 

Esistono tuttavia una serie di casi previsti espressamente anche per legge, nei quali altre figure professionali possono essere delegate alla somministrazione di farmaci attraverso protocolli terapeutici. È quanto accade ad esempio con la terapia del dolore. Quindi in questo senso il protocollo di cui stiamo parlando non è una novità né qualcosa di illecito, da un punto di vista quantomeno legale.

 

Sindacati Contro Il Protocollo. Ecco Perchè

 

 

La protesta dei sindacati di categoria degli infermieri non è dettata solo dalla volontà di riappropriarsi di un ruolo importante e ben definito, che ultimamente viene messo troppo spesso in discussione.

 

Si tratta anche di una protesta legata alla preoccupazione per l’incolumità dei pazienti sull’onda del risparmio a tutti i costi. “Le problematiche che investono la sanità regionale si trasformano in una politica di tagli sul personale, ma questo non deve ricadere sulla sicurezza e sulla tracciabilità del processo di somministrazione dei farmaci a garanzia della sicurezza di questi pazienti”.

 

Il rischio vero che si corre con questa azione è che quanto prevede questo protocollo possa essere esteso ad altre regioni fino a toccare livelli nazionali, proprio puntando al risparmio, argomento tanto caro alle istituzioni, senza distinzioni di colore o partito.

 

 

 

Infermieri E Oss. Due Ruoli Per Una Poltrona?

 

 

 

Quello che non va mai dimenticato è il ruolo di subalternanza che vige tra infermiere professionale e Oss, da un punto di vista della somministrazione del farmaco, in virtù di competenze e studi mirati che il primo possiede e il secondo no.

 

Questa ragione da sola basta a chiarire le motivazione dell’allarmismo che il protocollo della regione Friuli sta provocando. Ad essa poi si aggiunge anche il fatto che negli ultimi tempi sta prendendo sempre più spazio la tendenza, per la quale altre figure lavorative stanno iniziando a svolgere funzioni prettamente infermieristiche a discapito della professionalità di questo operatore sanitario, qualificato e competente.

 

L’arrivo di nuove figure all’interno del sistema sanitario e in affiancamento al ruolo dell’infermiere sono necessarie se di supporto a quest’ultimo. Se creano confusione e si sovrappongono in termini di competenze, invece di un aiuto, diventano oggetto di tensioni e inevitabilmente minano la serenità dei pazienti.

 

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest