Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno marzo 23rd, 2015

lun, mar 23, 2015  Valentina
Indennità Carabinieri. La Circolare Che Fa Discutere
4.7 (93.33%) 3 Vota Questo Articolo

 

Fonte: pianetacobar.eu

Fonte: pianetacobar.eu

E’ l’ultima tegola in ordine di tempo sulla testa degli uomini e delle donne dell’Arma dei Crabinieri. Una circolare di PERSOMIL – ministero della difesa che sancisce il pagamento delle indennità di perequazione e di posizione, per i dirigenti non contrattualizzati, creando di fatto una diversificazione non solo gerarchica ma anche contrattuale.

Alla maggior parte dei carabinieri infatti toccherà una corresponsione dell’indennità Una Tantum per il 2014 che dovrebbe corrispondere forse il 6% dell’importo che invece spetterebbe loro.

 

 

 

 

Indennità Carabinieri. La Divisione Tra Plebei E Patrizi

 

 

 

 

Andiamo con ordine. La circolare prevede che i dirigenti devono ricevere le loro indennità funzionali per l’intero periodo del blocco, cioè dal 2011 al 2014, mentre al personale contrattualizzato non verrà liquidata l’indennità funzionale.

 

Inutile sottolineare quanto malcontento serpeggi tra gli uomini e le donne in divisa, proprio coloro che hanno lottato e subìto per raggiungere l’ok a questo pagamento, di cui ad oggi non gioveranno fino in fondo.

 

L’auspicio delle associazioni di categoria è che dal Ministero arrivi una mezza smentita ovvero che si tratta solo di un primo pagamento, una sorta di anticipo di tutto ciò che non è stato pagato nel quadriennio ai carabinieri inclusi nel blocco del tetto salariale.

 

 

Indennità Carabinieri. Quando I privilegi Diventano Guerre Fratricide

 

 

 

 

Quando, a seguito di una minaccia di sciopero da parte delle forze dell’ordine, il Premier Renzi sentenziò quanto fosse ingiusto scioperare per un aumento con milioni di disoccupati, in molti si indignarono, tutti insieme verso le istituzioni.

 

Oggi questo “tutti insieme” di fatto non esiste più, perché all’interno della stessa arma la distinzione tra miserabili e privilegiati è sempre più radicale. E se da una parte ci sono i vertici in divisa, tutelati e coccolati dalle istituzioni e dalle leggi, dall’altra ci sono centinaia di migliaia di uomini e donne che fanno il lavoro sporco, che “girano per le strade del nostro Paese senza la benzina e che per mancanza di risorse economiche adeguate non possono garantire efficacemente la pubblica sicurezza ai cittadini”.

 

 

 

 

Fonte: pianetacobar / sindacatosupu

 

 

 

 

Valentina Stipa

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest