Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno marzo 27th, 2015

ven, mar 27, 2015  Valentina
Identificazione Agenti Polizia. Presentato Disegno di Legge
4 (80%) 1 Vota Questo Articolo

 

Fonte: dallapartedeltorto.tk

Fonte: dallapartedeltorto.tk

Se ne parla da mesi per non dire anni e mai è stato fatto qualcosa di concreto per portare avanti il progetto. Fino ad oggi.

È in discussione finalmente in parlamento infatti – dopo una serie infinita di rinvii -  un disegno di legge sulle “disposizioni in materia di identificazione degli appartenenti alle forze dell’ordine”, firmato in prima battuta dal senatore di Sinistra Ecologia e Libertà Peppe De Cristofaro, al quale si sono aggiunti De Petris, Barozzino, Cervellini, Petraglia, Stefano, Uras e gli ex senatori del Movimento 5 Stelle Campanella e De Pin.

 

L’obiettivo è sempre lo stesso: rendere riconoscibili gli agenti di polizia durante lo svolgimento delle loro funzioni più delicate, durante ad esempio manifestazioni di piazza o quando viene loro richiesto l’assetto antisommossa.

 

 

 

Identificazione Agenti Polizia. Cosa Prevede Il Disegno Di Legge

 

 

 

 

La funzione di questo progetto è duplice negli intenti di chi lo ha presentato.

Se da un lato c’è la volontà di risalire alle mele marce che in qualche occasione non hanno tenuto un comportamento esemplare infangando l’intera categoria agli occhi della comunità, dall’altro c’è anche la precisa volontà di tutelare gli agenti che troppo spesso pagano in massa la colpa di singoli.

 

La normativa attualmente in vigore non prevede l’identificazione degli agenti, con particolare riferimento ai servizi di ordine pubblico. La richiesta contenuta nel disegno di legge non è poi così fuori schema; analizziamola insieme nei suoi punti cardine:

 

- Gli agenti che non indossano per ragioni di servizio l’uniforme identificativa, devono comunque indossare un indumento che li identifichi e li distingua a distanza come appartenente alle forze dell’ordine. Anche i funzionari responsabili devono  essere riconoscibili a distanza e per questo devono indossare un segno distintivo ad esempio la sciarpa tricolore.

 

- Il personale in prima linea invece dovrà essere riconoscibili dal casca protettivo che riporterà alcuni contrassegni identificativi.

 

- Verrà fatto divieto agli agenti di indossare divise o indumenti che li confondano in altre categorie e non in quella di appartenenza, come paramedici e giornalisti.

 

 

 

 

Identificazione Agenti Polizia. E I Manifestanti?

 

 

 

 

Di fatto viene previsto un cambiamento da lato forze dell’ordine, mentre per i manifestanti non ci sarà alcuna modifica rispetto ai regolamenti già in vigore.

 

Per qualcuno questo però non è equo né lecito. Si tratta di Salvatore Trinks, delegato Cocer per la Guardia di Finanza che dichiara “Sono un garantista per principio, a patto che non ci siano dietro altri disegni meno noti (…)credo sia giusto rendere identificabili noi, ma allo stesso modo rendendo distinguibili anche i manifestanti scorretti (…)Ad esempio sparando vernici indelebili contro gli aggressori. Un po’ come si fa con le monete false, segnate per renderle riconoscibili.”

 

Quella del delegato Cocer non sembra una proposta poi tanto fuori tema. Anzi, potrebbe essere il giusto strumenti per “bilanciare il comportamento illecito di chi si infiltra nelle manifestazioni solo per creare scompiglio ed avere la certezza che paghino come paghiamo noi se responsabili di abusi o lesioni”.

 

 

 

 

Fonte: ilnuovogiornaledeimilitari / iltempo

 

 

 

 

Valentina Stipa

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest