Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno giugno 24th, 2015

mer, giu 24, 2015  Valentina
Concorsi Polizia Penitenzia;Cambiano Le Regole Di Arruolamento
4.7 (93.33%) 3 Vota Questo Articolo

Fonte: ilfattoquotidiano.it

Fonte: ilfattoquotidiano.it

Se prima l’accesso per entrare nel corpo della polizia penitenziaria passava attraverso la ferma nelle forze armate, come peraltro accade per la maggior parte di tutte le forze dell’ordine, ora non è più così.

 

L’articolo 10 del decreto legislativo num. 8 del 28 gennaio 2014 ha introdotto infatti, a partire dal 2016 che per i concorsi pubblici non ci sia più l’esclusivo accesso a coloro che hanno svolto servizio all’interno delle forze armate.

 

 

Concorsi Polizia Penitenziaria. Ecco Cosa Cambia

 

 

Entrando nel dettaglio di quanto prevede questo articolo, nel biennio 2016/2017, i concorsi pubblici per entrare nel corpo di polizia penitenziaria verranno banditi considerando che il 50% dei posti previsti saranno destinati agli appartenenti alla vita civile.

Dal 2018 in avanti poi tale percentuale salirà fino al 75%.

 

I requisiti previsti però per l’accesso anche per i civili dovranno rispondere a regole precise, che verranno specificate, come di solito, nei singoli bandi di concorso.

 

L’avvicinamento tra mondo civile e militare potrebbe anche aiutare quella operazione di disgelo tra i due universi che negli ultimi anni ha creato un solco che appare incolmabile tra buoni e cattivi e che hanno portato anche alla strumentalizzazione di fatti di cronaca a discapito dei baschi blu, dipinti in più occasioni come delle guardie manesche e torturatrici.

 

 

Concorsi Polizia Penitenziaria. La Reazione Dei Sindacati

 

 

Se da un lato i sindacati di categoria iniziano a vedere di buon occhio la prospettiva di una unificazione tra le forze dell’ordine, legata a una maggiore efficienza delle stesse e a un minore carico di lavoro per singoli comparti, così come anche l’estensione e in un certa qual modo un avvicinamento tra il mondo civile e quello in divisa, dall’altra parte le perplessità rimangono.

Prima di tutto legate al fatto che il tema di armonizzazione delle carriere del corpo di polizia penitenziaria  con quelle degli altri appartenenti alle varie forze di polizia attualmente presenti sul territorio italiano è ancora dibattuto e non risolto.

 

 

 

 

Fonte: sappe / polpen

 

 

 

Valentina Stipa

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
mer, giu 24, 2015  Valentina
Mobilità Vigili Del Fuoco. Ancora Molto Da Capire
Vota Questo Articolo

Fonte: lavorofacile.eu

Fonte: lavorofacile.eu

Il tema della mobilità tra gli appartenenti ai vigili del fuoco è un tema molto caldo.

Lo sanno bene gli appartenenti al sindacato CONAPO che hanno già rivolto più di una richiesta alle istituzioni per fare chiarezza  e per richiedere specifiche precise non solo sulle modalità di trasferimento ma anche sul fatto che pare ci sia un’unica graduatoria che accomuna tutti gli appartenenti al corpo dei vigili del fuoco, i quali invece dovrebbero essere divisi per specificità.

 

 

 

Mobilità Vigili Del Fuoco. Le Richieste

 

La prima richiesta per la quale si sta ancora spettando chiarezza da parte del dipartimento, ancora prima che dalle istituzioni riguarda  l’applicazione dell’articolo 2 dell’accordo del 10 aprile 2002 che prevede l’estensione anche ai vigili del fuoco del sovrannumero temporaneo previsto per i capo reparto e capi squadra trasferiti con leggi speciali, affinché chi vuole trasferirsi tramite procedimento di mobilità ordinaria non venga danneggiato e non si ritrovi ad attendere all’interno di liste infinite che non scorrono mai.

 

L’ultima richiesta in ordine di tempo su questo tema il CONAPO l’ha avanzata pochi giorni fa durante un incontro con l’amministrazione, chiedendo nuovamente lo scorporo  dei trasferimenti temporanei per leggi speciali da quelli definitivi per mobilità ordinaria.

 

 

Mobilità Vigili Del Fuoco. Manca Un Fronte Unito

 

 

La verità però è che anche in tema di mobilità la voce dei sindacati di rappresentanza della categoria non è affatto univoca e porta a una guerra interna fratricida che mostra un universo disunito e in competizione, contro il quale le istituzioni hanno vita facile.

 

Sul tema della mobilità infatti, molti sindacati hanno taciuto per anni e non hanno sfruttato molte occasioni di confronto con le amministrazioni per affrontare il tema.

Altri invece hanno puntato tutto su questa questione, ignorando magari tematiche più urgenti.

 

La mancanza di un fronte unico rende tutto più facile a chi di mestiere dovrebbe prendere decisioni migliorative e invece le rimanda.

 

 

 

 

Fonte: conapo / confsalvigilidelfuoco

 

 

 

 

Valentina Stipa

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest