Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno settembre 2nd, 2015

mer, set 2, 2015  Valentina
Carabinieri E Forestali. Questo matrimonio Non S’ha Da fare
5 (100%) 4 Vota Questo Articolo

 

Fonte: forzepolizia.org

Fonte: forzepolizia.org

Attriti e punzecchiature iniziano ad arrivare da entrambe le parti ormai. Carabinieri e Corpo forestale dello stato, dopo l’annuncio ufficiale della loro unione forzata non si danno pace e da entrambe le parti aumentano le voci non concordi.
Se da un lato i forestali, dalla voce di Danilo Scipio, Segretario Generale dell’Unione Generale Lavoratori del Corpo Forestale dello Stato, “è evidente che all’interno dei Carabinieri non esistano le professionalità adatte ad offrire al Paese un’adeguata tutela ambientale ed agroalimentare”, dall’altro c’è la Benemerita che accusa il colpo, in attesa di una nuova carica che a breve, vedrete, arriverà.
In effetti, quanto afferma il sindacalista non è del tutto sbagliato: “non è pensabile imporre un cambiamento di status giuridico a ottomila dipendenti di una certa età che magari hanno fatto scelte di vita differenti in passato, rinunciando al grado di maresciallo o di ufficiale militare o dell’Arma per entrare in una forza di polizia ad ordinamento civile”.

 

 

Di fatto però la legge sta andando nella direzione opposta, nonostante il parere contrario di magistratura e addetti ai lavori e con questo ci sarà da farci i conti, volente o nolente.

 

 

Il corpo forestale però palesa la sua intenzione di non arrendersi e avvisa che il prossimo passo sarà la corte di giustizia europea.

 

 

Carabinieri. Burrasca Anche Con La Polizia

 

 

Sembra proprio che negli ultimi tempi l’arma dei carabinieri sia diventata la pecora nera tra le forze armate. Oltre agli ovvi attriti con i cugini “verdi” di cui abbiamo parlato adesso, un episodio di cronaca porta a uno scontro anche con la polizia.
Il tutto si è svolto all’interno di un bar a Francavilla Fontana. Sull’esatta dinamica dei fatti ci sono ancora le indagini in corso, coadiuvate anche dalle riprese delle telecamere di sorveglianza ma dalle prime ricostruzioni sembra che il poliziotto 31enne Andrea Camassa sarebbe intervenuto per sedare gli animi di Arcangelo e Pietro Cinieri, padre e figlio di 53 e 27 anni, il primo ex carabiniere, rimanendo suo malgrado coinvolto nella rissa.

 

Una seconda versione invece vedrebbe il poliziotto protagonista della rissa, causata da apprezzamenti rivolti a sua moglie c con la complicità di qualche bicchiere di troppo.
Di fatto quando sono intervenuti i carabinieri, hanno ritenuto che i ruoli dei tre fossero da equiparare, pertanto li hanno arrestati e il PM Luca Buccheri ne ha convalidato l’arresto in flagranza di reato.

 

Il tribunale del riesame ha poi accolto l’istanza dei legali del poliziotto che è già tornato in libertà.
Fino a qui i fatti.
Di per sé la vicenda non ha nulla di strano. Se non fosse per una lettera che i colleghi del poliziotto hanno scritto accusando i cugini dell’arma di una condotta bieca e subdola per trarlo in arresto: “Ma non siamo “colleghi”? Non ci dobbiamo aiutare gli uni con gli altri? No. In quel posto no. Non vogliamo nemmeno immaginare che ci sia dolo nell’anomalo comportamento dei carabinieri. Dicono che a pensare male si fa peccato ma spesso si indovina”.
Parole dure, durissime. Condite nella lunga lettera da riferimenti alla mafia e a un sistema corrotto che fa diventare carnefice una vittima del dovere.
Qual è il filo conduttore di questo articolo? Il sospetto. Più nessuno ormai tra gli uomini in divisa si fida dell’altro. A causa delle condizioni di lavoro, del clima sociale e delle istituzioni che non prendono posizione mai, lasciando tutti indistintamente nell’arena, senza differenze tra divise e ruoli.

 

Un sospetto su cui, quelle stesse istituzioni che lo hanno creato, marciano. Sta diventando un tutti contro tutti così nessuno avrà più il tempo di andare contro a terzi. Meglio una guerra tra fratelli che con i padri, no?

 

 

 

Fonte: affaritaliani / obiettivonews / supu  / lostrillonews

 
Valentina Stipa

 

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest