Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi al giorno maggio 2nd, 2016

lun, mag 2, 2016  Valentina
Concorso Scuola. Il Giallo dei compensi ai commissari
4.7 (93.33%) 3 Vota Questo Articolo

Lo scandalo sui compensi dei commissari per il concorso della scuola non poteva non avere ripercussioni. E infatti a distanza di pochi giorni dal boom mediatico sull’argomento ecco che iniziano ad arrivare notizie dal governo, che pare voglia aumentare quell’irrisoria cifra.

 

compensi-commisariMa come? Facile: attingendo dal Fondo di Funzionamento della Scuola.

La notizia è stata pubblicata dall’edizione di Italia Oggi, nell’ambito delle anticipazioni sull’emendamento predisposto dal ministero proprio su questo tema, che dovrebbe portare a tre milioni i compensi previsti per commissari e presidenti di cui due derivanti dai diritti di segreteria versati dai candidati.

 

 

 

 

Concorso Scuola. Non dimentichiamo il doppio lavoro

 

 

Il problema dei commissari non è solo relativo ai compensi, ma anche il mancato esonero dalle lezioni e dalle altre attività scolastiche. Ovvero lo svolgimento del compito di commissario non implica l’assenza del lavoro quotidiano.

 

E allora ecco che a seguito del polverone sui compensi, c’è chi, più realisticamente, suggerisce di cambiare questa regola. “Esaminare i candidati che aspirano alla cattedra è un compito di grande responsabilità (…) Chi, diversamente dal presidente del Consiglio, vive e conosce bene la realtà della scuola, sa quanto sia estenuante conciliare con l´insegnamento in classe le sessioni d´esame, che come stabilito dal calendario pubblicato oggi in Gazzetta Ufficiale si svolgeranno sia di mattina sia di pomeriggio per le prove scritte. Fare un doppio lavoro e ricevere un compenso da fame è lesivo della dignità umana e professionale”.

A dirlo è Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti.

 

 

Concorso Scuola. Ecco quanto vale per lo Stato

 

 

”Non solo i docenti precari da decenni dovranno essere valutati dai loro colleghi di ruolo, ma per poterli pagare più di 1 euro l’ora, (…)  il governo Renzi propone di aumentare i fondi a disposizione per i compensi dei commissari d’esame prelevandoli dal Fondo di Funzionamento della scuola”. A dirlo è la senatrice Francesca Puglisi.

 

A lei si aggiungono anche altri due senator: Fabrizio Bocchino e Francesco Campanella: “anche se i soldi stornati quest’anno dovrebbero essere reintegrati il prossimo anno, le scuole si troveranno ad affrontare una riduzione dei finanziamenti per il loro funzionamento che non sarà senza conseguenze, considerate le difficoltà nelle quali già versavano”.

 

Ma al di là delle polemiche proviamo a non perdere il fuoco sul tema: aumentare i compensi ai commissari.

Di quanto? Del doppio: da un euro a due. Questo a quanto pare è il valore che ha la scuola per lo stato italiano. Lo stesso premier Renzi ha ammesso che si tratta di un compenso ridicolo. Per questo lo vuole aumentare. A due euro.

 

 

Fonte: tecnicadellascuola / blastingnews / orizzontescuola

 

 

Valentina Stipa

 

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest