Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

28 MARZO: SCIOPERO NAZIONALE ATA-ITP EELL



28 MARZO: SCIOPERO NAZIONALE ATA-ITP EELL
Vota Questo Articolo

Si terrà il giorno 28 marzo 2012 in piazza Montecitorio a partire dalle ore 9.30 lo sciopero del personale ATA-ITP contro la disparità di trattamento salariale e pensionistico in seguito allo spostamento dagli Enti Locali allo Stato.

 

 

Tutto è iniziato più di 12 anni fa, quando con la Legge 124 del 3 maggio 1999  il personale ATA e ITP delle scuole statali dei comuni e delle province, veniva trasferita alle dipendenze dello Stato.

 

Inizialmente, come spiega il Presidente del Comitato Nazionale ATA-ITP ex EE.LL.,Antonio Brunaccini, DSGA dell’I.S. Moscati di Sant’Antimo, al personale ATA trasferito veniva riconosciuta l’anzianità, sia economica che giuridica, maturata presso l’Ente di provenienza e il mantenimento della sede in una prima fase applicativa.
Con il susseguirsi dei diversi governi e di nuove riforme, poi, i lavoratori interessati al trasferimento obbligatorio, si vedono negati tutti i diritti maturati presso l’Ente di provenienza; alcuni addirittura retrocedono di livello retributivo e altri perdono quanto maturato in anzianità lavorativa con danni sul calcolo pensionistico.

 

 

In sintesi a questi dipendenti statali non è stata riconosciuta l’anzianità di servizio pregressa, creando una grossa disparità di trattamento salariale e pensionistico con la restante parte del personale del comparto scuola.

Ora, con questa manifestazione indetta per il 28 marzo, il Comitato Nazionale ATA-ITP chiede al Parlamento, al Ministero e al Governo di attivare tutte le iniziative necessarie a ripristinare il rispetto dei diritti dei lavoratori, così come ha ribadito la Sentenza della Corte di Giustizia Europea nel settembre 2011.

 

 

Più nello specifico le richieste che il Comitato nazionale Ata-Itp intende proporre alla VII COMMISIONE CULTURA E ISTRUZIONE, nell’incontro che si terrà lo stesso giorno nel primo pomeriggio, sono:

-    l’abrogazione del comma 218 dell’art. 1 della legge 23 dicembre 2005, n. 266;
-    il blocco delle richieste di recupero crediti delle somme percepite che l’amministrazione sta attuando;
-    una sanatoria legislativa per tutte le sentenze negative passate in giudicato con l’inserimento del comma 218 dell’art. 1 della legge 23 dicembre 2005, n. 266.

 

“Le proposte fondamentali da presentare al Governo – conclude il comitato – sono l’immediato inquadramento, sia per il personale in servizio sia per il personale in quiescenza, con nuovo decreto di ricostruzione di carriera valevole ai fin’i giuridici ed economici, secondo il dettato dell’articolo 8 della legge n. 124 del 3 maggio 1999 che recita: ‘A detto personale vengono riconosciuti ai fini giuridici ed economici l’anzianità maturata presso l’ente locale di provenienza”.

Pinterest

Un Commento a “28 MARZO: SCIOPERO NAZIONALE ATA-ITP EELL”

  1. Dipendenti statali -il Blog- » Blog Archive » Ufficio scolastico delle Marche condannato a pagare 11 insegnanti precari un riconoscimento di anzianità Says:

    [...] appartenenti alla Pubblica Istruzione, erano precari della scuola da oltre tre anni, docenti o personale ATA che lavoravano nelle scuole della provincia di Ancona con contratti a tempo determinato rinnovati [...]

Leave a Reply