Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community
 

Il segretario nazionale di Polizia Penitenziaria esige miglioramenti delle condizioni di lavoro



Il segretario nazionale di Polizia Penitenziaria esige miglioramenti delle condizioni di lavoro
Vota Questo Articolo

“Ci conforta la nomina di Paola Severino alla guida del Ministero della Giustizia, sicuri delle sue elevate competenze tecnico giuridiche e dell’alto profilo professionale”.

 

Sono queste le parole con cui Giuseppe Moretti, segretario nazionale Ugl Polizia Penitenziaria, vuole esprimere i migliori auguri di un buon lavoro al nuovo ministro di Giustizia nel governo Monti.

Moretti, cogliendo l’occasione ha ricordato “l’urgenza di provvedimenti in favore degli istituti di pena del nostro Paese, fortemente provati dall’emergenza sovraffollamento, e degli agenti di Polizia Penitenziaria, pesantemente sotto organico”.

 

“Riteniamo – continua Moretti -  che, con la guida del ministro Severino, prima donna a ricoprire tale importante ruolo, il ministero della Giustizia possa intraprendere quel percorso di svolta, da noi fortemente auspicato, che porti finalmente ad una riforma del sistema penitenziario nell’ambito di una più complessa riforma del sistema giustizia”.
Moretti considera che l’attuale ordinamento penitenziario, risalente al 1975, “pur essendo tra i più innovativi rappresenta ancora un neo nella storia della nostra Repubblica”. In questo senso sostiene che tra i vari temi da sottoporre al nuovo Ministro, “la pessima condizione delle strutture penitenziarie e il miglioramento delle condizioni di lavoro del personale”.
Il segretario nazionale della Polizia Penitenziaria pensa che è fondamentale ristabilire ambienti di lavoro “più adeguati, magari con l’implementazione dei sistemi di automazione” perché, secondo lui, potrebbe permettere di lavorare più serenamente e anche ridurre l’incidenza dei problemi sanitari che “spesso affliggono il personale”.

 

Pinterest

Leave a Reply