Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community

Categorie

 

Archivi per la categoria 'Immissioni in ruolo'

lun, ago 27, 2012  Roberta Buscherini
Concorso 24 settembre: chi può partecipare?
Vota Questo Articolo

Il ministero ha annunciato un bando di concorso per circa 12.000 docenti per il prossimo 24 settembre. Si tratta di un concorso regionale per il reclutamento di insegnanti per l’a.s. 2013 / 2014 ma non sono ancora stati pubblicati i requisiti di accesso ai concorsi né i posti di insegnamento coinvolti.

 

 

Bando di Concorso Insegnanti: chi e come?

 

Una delle principali necessità che attualmente presenta il sistema scolastico italiano è quella di effettuare un concorso per le graduatorie esaurite.

Per quel che riguarda i requisiti per la partecipazione al concorso, vengono regolati dalla Legge 341 / 90 e il Decreto Interministeriale 460/98. Secondo tali normative, possono partecipare al concorso:

-          I docenti in possesso dell’abilitazione (Art.1)

-          I docenti in possesso del solo titolo di laurea, se conseguito entro il 2001/02 per corsi quadriennali, 2002/03 per i corsi quinquennali e 2003/04 per i corsi esaennali.

-          I diplomati (ISEF, Conservatori, Accademie) sempre che i diplomi siano conseguiti entro l’anno in cui si conclude il periodo prescritto dal relativo piano di studi a decorrere dall’anno accademico 1998/99 (DI 460/98 Art. 2)

Se non ci fossero abbastanza abilitati, potranno partecipare anche i docenti non abilitati, fissata generalmente  in 3 volte i posti disponibili.

In ogni caso, bisogna ancora aspettare per conoscere esattamente come verrà applicata questa regola in quanto questo parametro potrebbe essere assunto in modo generale ma anche relativamente alla classe di concorso.

Per approfondire, segue questo link.

 

Fonte: Orizzontescuola

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
lun, ago 27, 2012  Roberta Buscherini
Scuola: concorso 24 settembre
Vota Questo Articolo

L’Italia riparte dalla scuola. E così il primo consiglio dei ministri dopo la pausa estiva e nove ore di riunione fiume ha decretato il via libera alle assunzioni in ambito scolastico, tornando a una prassi che non si conosceva più dal lontanissimo 1999.
“Se vogliamo mettere il Paese al centro, dobbiamo porre la scuola al centro. Perché la scuola è il cuore del Paese e migliorarla è utile a tutti – genitori, insegnanti, studenti – ma anche alla politica ”. Le parole del sottosegretario Elena Ugolini riassumono lo spirito con il quale si è svolto il primo consiglio dei ministri e spiega le decisioni prese.

 

 

Concorsi docenti

 

Già il prossimo 24 settembre verrà pubblicato un bando di concorso per le scuole statali di qualunque ordine e grado per 12 mila cattedre; altrettante poi verranno assegnate in base alle graduatorie. Più in generale il decreto approvato dal consiglio dei ministri, oltre a bando di concorso di settembre, ha predisposto oltre 21.000 assunzioni, con 1213 dirigenti scolastici e 134 trattenimenti in servizio di dirigenti scolastici .
Ma gli insegnanti però non sembrano essere molto felici di questa decisione e protestano ardentemente poiché come si legge in una nota: “Sprecare soldi pubblici per esaminare chi già è stato abbondantemente esaminato è un paradosso tutto italiano. Costringere chi da decenni ha studiato e superato un’infinità di concorsi, selezioni ed esami rappresenta un violento accanimento contro il precariato storico ”. Si preannuncia dunque un autunno caldo e ben lontano da un’intesa che accontenti tutte le parti in causa.

 

 

Sistema valutazione: novità

 

Durante il consiglio dei ministri di pochi giorni fa è stato anche deciso che entro questo 2012 poi potrebbe addirittura entrare in vigore il famoso sistema nazionale di valutazione, pensato nel 2001 dal Ministro Moratti, rimpastato dal Ministro Fioroni e sperimentato dal Ministro Gelmini.
Tale sistema esiste già in molti paesi europei da diverse decine di anni e viene utilizzato non come semplice banca dati ma come una vera e propria centrale, nella quale i dati raccolti vengono elaborati per confrontarli con le altre realtà interne ed estere e per studiarne gli effetti sul mondo del lavoro e sulle diverse professionalità sviluppate a livello didattico.

 

Fonti: Repubblica.it / Il resto del Carlino

Foto: mondo24.it

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
gio, ago 23, 2012  Roberta Buscherini
Scuola: Immissioni in ruolo 2012/13 con compensazioni
Vota Questo Articolo

I principali sindacati di docenti si sono riuniti ieri con rappresentanti dell’Amministrazione per chiarire alcuni punti riguardo le nomine a tempo indeterminato del prossimo anno scolastico. In questo senso, è stato confermato che queste nomine a tempo indeterminato per l’a.s. 2012/13 dovranno essere 21.112. Se i posti sono consumati da parte dei docenti in esubero, le unità numeriche corrispondenti verranno assegnate da altre graduatorie che prevedono disponibilità in organico di diritto.

 

Infatti, è già stata emanata una notada parte del MIUR, il 17 agosto scorso, con alcuni chiarimenti in quanto alcuni uffici scolastici provinciali commettevano errori nella distribuzione del contingente, sottraendo a quello destinato alle immissioni in ruolo per il 2012/13 i posti accantonati sul contingente 2012/11, relativo al contenzioso pettine.

 

Inoltre, conviene sottolineare che il contingente delle assunzioni in ruolo per l’anno scolastico 2012 / 2013 non diminuirà nel caso di eventuale utilizzazione di docenti in esubero. Questo è un punto confermato nella riunione di ieri tra ministero e rappresentanti sindacali. Qualora il contingente di una classe di concorso o posto di insegnamento dovesse diminuire a causa degli utilizzi, pari consistenze numeriche dovranno essere attribuite, per compensazione, ad altre classi di concorso.

 

 

Secondo ha pubblicato OrizzonteScuola, l’ipotesi è scegliere la graduatoria da individuare in base agli stessi criteri di quando viene verificato il caso di “graduatoria esaurita”, ovvero:

-          Posto destinato rispettando ordine e grado di istruzione

-          Rispetto alle esigenze accertate in sede locale, con particolare riguardo agli insegnamenti per i quali da tempo esista la disponibilità del posto e agli insegnamenti per i quali non sia stata prevista l’attribuzione di contingenti, ma che diano garanzia di assorbimento nell’organico.

-          Posto di sostegno: se non ci sono candidati, prima di destinare le eccedenze ad incrementare posti comuni, queste saranno assegnate al sostegno di altre aree o altri gradi di scuola.

 

Fonte: OrizzonteScuola

Foto: Marsala

 

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
gio, ago 16, 2012  Roberta Buscherini
Scuola: 26.000 assunti nella scuola, dopo i tagli ecco le assunzioni
Vota Questo Articolo

foto: ustation

Mancherebbe solo la conferma ufficiale da parte del ministero dell’economia, ma orami è certo: a settembre nelle scuole italiane verranno assunti con un contratto di lavoro a tempo indeterminato oltre 26 mila  tra insegnanti, impiegati e amministrativi.

 

In effetti la notizia arriva direttamente dalla Camera, per voce del sottosegretario  per l’ambiente e la tutela del territorio e del mare Tullio Fanelli: “effettuate le preventive verifiche riguardo alla quantificazione dei posti vacanti e disponibili, la competente direzione generale ha richiesto al ministero dell’Economia e delle finanze e al ministro per le riforme e le innovazioni della pubblica amministrazione, l’autorizzazione all’assunzione a tempo indeterminato, per il prossimo anno scolastico 2012/2013, di 21.112 unità di personale docente e di 5.336 di personale Ata), corrispondenti alle reali cessazioni. Non appena ottenuta la suddetta autorizzazione, si darà avvio ai successivi adempimenti amministrativi ai fini di un corretto avvio dell’anno scolastico”.

 

Se si considera che negli ultimi mesi si è sentito parlare solo di  tagli, pensioni anticipate, esodati e disoccupazione, una notizia di questo tipo assomiglia a un’inversione di tendenza assoluta che fa vedere una luce flebile in fondo al tunnel di questa crisi. Come è possibile? Pare sia solo frutto del corretto conteggio delle cessazioni che ha liberato posti di lavoro, lasciando appunto spazio a nuove assunzioni.

 

“Finalmente siamo in presenza di una inversione di tendenza dopo gli anni dei pesantissimi tagli e licenziamenti di massa del precedente governo”. Commentano così Maria Coscia e Tonino Russo i due deputati PD appartenenti alla commissione cultura di Montecitorio a seguito dell’interrogazione a Fanelli.

 

 

In parallelo a questa esorbitante notizia poi si leggono invece le polemiche che non cessano a diminuire sui test per l’accesso ai Tirocini Formativi Attivi. “Sono riusciti a toglierci anche la speranza di poter fare il lavoro per cui abbiamo studiato con passione” è il commento di una giovane insegnante che ha partecipato alle selezioni farsa.

 

Ora è il momento, polemiche a parte di capire come rimediare a questa situazione paradossale. C’è chi propone di invalidare l’intera prova, chi semplicemente di non conteggiare le domande errate o dubbie e mantenere valido il resto. O chi mira a pubblicizzare le 26.000 assunzione per offuscare questa immensa brutta figura.

 

 

Fonti: Repubblica.it, Ibidem

 

 

 

 

 

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest
mar, ago 14, 2012  Roberta Buscherini
Immissioni Ruolo Docenti: Guida MIUR
Vota Questo Articolo

Immissioni in Ruolo 2012 / 2013

 

Il MIUR ha pubblicato un decreto, il n.74 / 2012, e la circolare n. 6103 del 10 agosto 2012, per regolare le immissioni in ruolo dei docenti nell’anno scolastico 2012 / 2013. Le operazioni saranno effettuate dal 20 al 31 agosto. In questo modo, il 1 settembre inizia la decorrenza giuridica ed economica del contratto.

 

Assunzioni: quante?

 

21.112 unità di personale docente ed educativo.

 

Operazioni di nomina: quando?

 

Dal 20 al 31 agosto

 

Convocazioni: come?

 

- Telegramma per il concorso ordinario

- Avviso sui siti degli Uffici Scolastici Provinciali

- Tramite PEC

 

Immissioni in Ruolo 2012 / 2013: Chiarimenti

 

In una nota del ministero del 10 agosto, si fa presente che le operazioni di nomina saranno effettuate al netto dei posti sul contingente dell’ a. s. 2010 / 2011, da ricoprirsi a seguito dello scioglimento delle vertenze relative ai docenti inseriti “a pettine” nelle graduatorie ad esaurimento a seguito di provvedimenti giudiziari. E se il posto non può essere assegnato? Nel caso di graduatoria esaurita, ovvero se non è possibile assegnare il posto per diversi motivi come assenza di graduatoria, esaurimento della graduatoria interessata, il posto in organico di diritto è venuto meno nell’adeguamento all’organico di fatto o per effetto dell’utilizzazione di personale docente in esubero, tale eccedenza potrà essere destinata ad altre graduatorie.

 

Scarica qui il decreto del Ministero : D E C R E T O 74 MIUR

 

Immissioni di Ruolo: come viene destinato il posto?

 

Se è possibile, verrà rispettato l’ordine e il grado di istruzione (anche nel caso di insegnanti di sostegno).

 

Documentazione necessaria

Entro tre giorni dalla stipula del contratto a tempo indeterminato, gli uffici scolastici territoriali competenti devono attivare le operazioni relative al controllo della regolarità dell’attuale punteggio di graduatoria (l’art. 15 della legge n. 183/2011), in materia di autocertificazioni.

 

Scelta della sede Inizialmente gli insegnanti assunti nell’ a.s. 2012 / 2013 sceglieranno una sede provvisoria tra quelle disponibili. La sede definitiva, invece, verrà attribuita secondo i criteri e le modalità da determinare con il contratto sulla mobilità relativo all’anno scolastico 2013/2014.

 

Fonte: MIUR

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIn
  • RSS
  • Pinterest