Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community
 

La Scuola nel 2012



La Scuola nel 2012
Vota Questo Articolo

Nel corso di varie interviste, il ministro dell’istruzione Francesco Profumo, ha annunciato numerosi provvedimenti per la scuola: dall’utilizzo delle tecnologie nelle classi fino all’inserimento di nuovi concorsi per insegnati.
Vediamo più nel dettaglio le misure previste per il 2012.

 

Settimana corta: Già oggi, molte scuole elementari e materne utilizzano la settimana di cinque giorni, per dare la possibilità alle famiglie di passare insieme due giorni consecutivi e magari concedersi qualche gita. “ Nel nostro futuro c’è una scuola a cinque giorni, in cui i ragazzi vivano di più”, ha affermato Profumo. Questo provvedimento verrà infatti applicato anche alle scuole  medie e superiori, in concomitanza con una riduzione delle ore.

 

Obbligo di istruzione a 17 anni: “L’idea – ha spiegato il ministro dell’Istruzione – è quella di offrire ai ragazzi corsi finalizzati a una professionalizzazione. Per questo è necessario individuare qual è la domanda di lavoro nelle varie aree in modo da creare competenze spendibili sul territorio”.
Questa idea è stata presentata con particolare riferimento alla aree più disagiate del sud, dove l’abbandono scolastico è di norma più frequente.

 

Quest’ultima misura fa parte del Piano per il Sud, studiato per dare prestigio alle scuole di
Campania, Calabria, Puglia e Sicilia. Secondo Profumo la scuola delle regioni meridionali dovrebbe fare da traino all’intero sistema di istruzione nazionale.

 

Stop ai tagli alla scuola: Dal 2012 i tagli all’ istruzione finiranno e si punterà all’utilizzo ottimale delle risorse disponibili, nazionali ed europee.

 

Trasparenza e tecnologia: Con il progetto “Scuola in chiaro”, partito il 12 Gennaio, le scuole diventeranno più trasparenti. I genitori potranno raccogliere informazioni sulle scuole ed iscrivere i propri figli online, direttamente dal pc di casa.
Anche l’insegnamento dovrà essere più moderno e all’avanguardia; il ministro propone infatti di dotare le classi di nuove tecnologie, come tablets, che coinvolgano ragazzi e insegnanti.

Concorso per insegnanti: Il nuovo concorso, pensato da Profumo,  darebbe  a 247 mila precari della scuola la possibilità di ottenere una cattedra a tempo indeterminato. Una quota dei posti disponibili verrebbe però riservata ai giovani in procinto di iniziare il tirocinio formativo attivo, voluto dal precedente governo.

Argomenti correlati:

  • insegnanti di sostegno
  • insegnanti responsabili
Pinterest

2 Commenti a “La Scuola nel 2012”

  1. Dipendenti statali -il Blog- » Blog Archive » Bambino autistico isolato Says:

    [...] Scuola 2012 [...]

  2. Dipendenti statali -il Blog- » Blog Archive » Diecimila insegnanti in esubero
: riconvertiti sul sostegno. Says:

    [...] – La Scuola nel 2012 [...]

Leave a Reply