Dipendenti statali -il Blog-

Appunti e riflessioni per un dipendente statale

Appunti e riflessioni: La Community dei Dipendenti Statali e Pubblici

Community
 

Ore straordinari carabinieri: prescrizione e quote non corrisposte



Ore straordinari carabinieri: prescrizione e quote non corrisposte
4 (80%) 4 Vota Questo Articolo

Come debbono essere ripartite le somme disponibili per sanare ciò che spetta per l’anno 2012 al personale dell’Arma di Carabinieri e non è stato loro corrisposto? Stiamo parlando delle ore di lavoro prestate in eccedenza rispetto all’ordinario orario di lavoro giornaliero: le ore straordinari carabinieri. Un tema sempre all’ordine del giorno all’interno del complesso ingranaggio delle retribuzioni nella Amministrazione Pubblica italiana e che va analizzato con discreta attenzione.

 

Fonte: lecconotizie.com

Fonte: lecconotizie.com

Ore straordinari carabinieri, un meccanismo adeguato?

 

Negli scorsi mesi ci sono stati diversi incontri di rango istituzionale a livello di forze di polizia che hanno attraversato momenti di serrato confronto tra lo Stato Maggiore e il Consiglio Centrale di Rappresentanza dell’Arma. Da questa serie di scambi di pareri è emerso il seguente fatto: non risulta per nulla adeguato il meccanismo che effettua una ripartizione delle suddette somme corrispondenti alle ore straordinari carabinieri in modalità tali da non soddisfare tutto il personale. Si renderebbe pertanto necessario suddividere le somme rese disponibili al pagamento delle ore di lavoro straordinario non corrisposte per quello che riguarda l’anno 2012.

 

Quando giunge la prescrizione?

 

A livello di disciplina generale relativa alla tematica qui analizzata va comunque detto che nel caso di lavoro straordinario prestato dal carabiniere in misura eccedente al monte ore complessivo, il “dies a quo” del termine quinquennale di prescrizione della relativa domanda di remunerazione deve essere fissato inderogabilmente alla data in cui è stata predisposta la contabilità per il pagamento del suddetto lavoro straordinario. Questa tipologia di atto presuppone il riconoscimento dell’altrui diritto, cagionando in tal guisa un effetto interruttivo del termine prescrizionale. Tale assunto è confermato da una sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale (T.A.R.) del Piemonte, Sez. II, del 18 gennaio 2013, più precisamente la numero 76.
In altra direzione è poi importante sottolineare come le prestazioni orarie di lavoro straordinario obbligatorio e programmato effettuate dai carabinieri possono essere convertite, a richiesta del dipendente stesso, in un numero corrispondente di giorni di riposo compensativo: è questo uno dei metodi riconosciuti per recuperare le ore straordinari carabinieri trascorse in servizio.

 

Ore straordinari carabinieri: una storia particolare

 

In materia di ore straordinari carabinieri va citata una vicenda accaduta pochi mesi fa nel bergamasco: un comandante dei carabinieri avrebbe infatti annotato sul memoriale di servizio due ore di straordinario, senza poi effettivamente svolgerle, procurando un danno erariale corrispondente alla cifra di 27,52 euro. Il comandante è stato condotto a processo con ipotesi di reato definita in “truffa ai danni dello Stato”: il carabiniere, secondo le contestazioni avrebbe segnato quattro ore di straordinario, restando però in servizio solo per due. La difesa ovviamente ha chiesto il non luogo a procedere, sottolineando che le due ore erano state lavorate in un’altra, differente occasione. Un episodio che presenta per lo più gli estremi di una bagatella di poco conto dai contorni veniali, ma che sottolinea una volta per tutte l’estrema precisione e cura che caratterizzano l’istituto dello straordinario per le forze dell’ordine ed in particolare per i membri di una forza armata di rilievo come quella dei carabinieri.

 

 

 

Pinterest

Leave a Reply